rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca Latiano

Tragica fine del campione di surf casting

MESAGNE – I disperati tentativi di rianimazione praticati dai soccorritori si sono rivelati del tutto vani. Il cuore di Giampiero Vacca, operaio 27enne di Latiano con la passione per la pesca sportiva, ha smesso di battere in seguito a un terribile scontro verificatosi stasera sulla strada provinciale che collega Mesagne a Latiano.

MESAGNE - I disperati tentativi di rianimazione praticati dai soccorritori si sono rivelati del tutto vani. Il cuore di Giampiero Vacca, operaio 27enne di Latiano con la passione per la pesca sportiva, ha smesso di battere in seguito a un terribile scontro verificatosi stasera sulla strada provinciale che collega Mesagne a Latiano. Erano circa le 19 quando il giovane, alla guida della sua Ford C - Max di colore scuro, ha perso il controllo del mezzo poco dopo l'hotel Villa Aurelia, direzione Mesagne.

Il veicolo, divenuto ormai ingovernabile, ha proseguito la sua corsa per alcune decine di metri prima di sfondare il muretto di delimitazione di un terreno privato posto sul lato sinistro della carreggiata. Proiettata nuovamente sulla strada, la T - Max si è fermata al centro della banchina. La parte anteriore della vettura si è accartocciata in un groviglio di lamiere. Il paraurti e decine di frammenti del motore e della carrozzeria sono finiti sull'asfalto e nei terreni limitrofi.

Giampiero, al momento dell'arrivo del personale del 118, intervenuto su richiesta di alcuni automobilisti che hanno assistito alla scena, era privo di conoscenza. Le sue condizioni sono parse fin da subito disperate. I paramedici lo hanno estratto dall'abitacolo, sottoponendolo a massaggio cardiaco. Ma non c'è stato nulla da fare. Il 27enne si è spento davanti ai loro occhi. Sono arrivati sul posto anche i carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni, poliziotti, i vigili urbani del comando di Mesagne (ai quali spetterà appurare le cause e l'esatta dinamica del sinistro) e i vigili del fuoco di Brindisi.

La strada, con l'ausilio dei volontari della Protezione civile, è stata chiusa al traffico in entrambi i sensi di marcia. La salma è adesso a disposizione del magistrato di turno del tribunale di Brindisi, che nelle prossime ore potrebbe conferire l'incarico per l'esame necroscopico. La notizia della tragedia ha fatto presto il giro delle vie di Latiano, dove Vacca era estremamente conosciuto per il suo talento nel mondo del surf casting, specialità di pesca sportiva con la canna, che si pratica dalla spiaggia.

Lo scorso maggio, con l'associazione Asd Salento due mari, Giampiero aveva partecipato ai campionati mondiali di pesca sportiva svoltisi in Portogallo. Ma nel palmares del latianese c'è anche un secondo posto ai campionati italiani di surf casting del 2012. Una ragazza ha scritto sul suo profilo Facebook: "Stasera un destino crudele ti ha portato via da noi e un pezzo del mio cuore è andato via con te. Non ti dico addio ma arrivederci. Un giorno ci incontreremo".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragica fine del campione di surf casting

BrindisiReport è in caricamento