Cronaca

Trame solidali, nasce un progetto per le comunità di migranti brindisine

"Trame Solidali-intrecci di comunità", presentato un progetto per le comunita' di migranti brindisine. Obiettivo principale: dar vita ad uno spazio fisico di condivisione, formazione e informazione

BRINDISI -  È stato presentato nei  giorni scorsi il progetto “Trame Solidali-intrecci di comunità”, promosso dall’associazione Mamadù di Brindisi in rete con la Provincia di Brindisi, nella persona della dottoressa Fernanda Prete, l’associazione Io Donna, l’associazione Compagni di Strada, l’Ass. Migrantes e l’Ass. Solidarietà Creativa. Il progetto è finanziato dal Bando reti locali di Fondazione con il sud ed ha obiettivo principale quello di far vita ad uno spazio fisico, all’interno del Chiostro di San Paolo di proprietà della Provincia, in cui ci sia condivisione, formazione e informazione tra tutti i soggetti sociali, enti, volontariato e terzo settore, che lavorano in favore dei fratelli immigrati presenti nel territorio brindisino.

presentazione trame solidali-2

Nel dettaglio, si realizzeranno: uno sportello informativo per i/le migranti che possa fornire loro tutte le informazioni e i chiarimenti relativi a procedure burocratiche e a servizi di accoglienza attivi sul territorio; un programma di attività ed eventi ricreativi rivolti alla comunità locale, ai/alle migranti e ai/alle volontari/e; attività di orientamento al lavoro principalmente rivolta ai/alle migranti, al fine di facilitare il loro collocamento nel mercato del lavoro, attraverso un percorso strutturato per l’individuazione di reali competenze e conoscenze; una spazio-bottega dedicato all’esposizione e anche alla vendita di prodotti provenienti dal circuito del commercio equo-solidale in cui i/le volontari/e saranno affiancati dai migranti; laboratori di artigianato e cucina interculturale. 

trame solidali1-2

Poi ancora, un laboratorio per lo sviluppo di competenze informatiche di base da parte dei/delle migranti; corso di lingua straniera; uno sportello informativo per donne migranti; un laboratorio sui diritti delle donne migranti in Italia, affiancato dalla produzione e stampa di materiale informativo specifico; un laboratorio teatrale per donne migranti e residenti; un laboratorio musicale-coreutico; spazi ricreativo-culturali permanenti allestiti con materiale liberamente consultabile (libri, dischi, manufatti ecc.) dei vari paesi di provenienza dei/delle migranti.

Il progetto è rivolto non solo alle comunità di migranti presenti nel territorio brindisino, ma, coinvolgerà in maniera diretta tutti i soggetti che gravitano attorno al mondo del volontariato, comprendendo sia gli operatori e le operatrici delle organizzazioni che gli utenti delle stesse. La fase progettuale è stata sviluppata da Davide di Muri e Isabella Benone dell Ass Sei di Brindisi. Responsabile comunicazione e ufficio stampa Tiziano Mele, in collaborazione con Stefano Baldassarre. Il monitoraggio del progetto sarà svolto dall Ass Sinps- sociologia in progress di Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trame solidali, nasce un progetto per le comunità di migranti brindisine

BrindisiReport è in caricamento