menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La rapina al passaggio al livello? Inventata: denunciato trasportatore

Messo alle strette dai carabinieri della stazione di Specchia, alla fine ha ceduto e confessato. C.A., 22enne trasportatore di Oria, è ora iscritto nel registro degli indagati per simulazione di reato

SPECCHIA – ( da LeccePrima) Messo alle strette dai carabinieri della stazione di Specchia, alla fine ha ceduto e confessato. C.A., 22enne trasportatore di Oria, è ora iscritto nel registro degli indagati per simulazione di reato. Avrebbe, cioè, finto di aver subito una rapina per un migliaio di euro, mentre era nel Capo di Leuca per una serie di consegne di carni.

La vicenda doveva essere parsa fin da subito sospetta, ai militari specchiesi. La dinamica, insolita. Senza armi e a volto scoperto, infatti, aveva raccontato che due soggetti l’avevano rapinato al passaggio a livello, lungo la linea dei solcata dai treni delle Ferrovie Sud Est, nella zona di Miggiano.

Curiosità. Quel giorno, verso la fine di febbraio, intorno alle 19, sul tratto all’altezza del passaggio a livello nei pressi della strada che collega Miggiano a Lucugnano, si era verificato il crollo sul binario di alcuni vecchi pali delle telecomunicazioni, ormai in disuso. Per fortuna senza coinvolgere convogli. Il che aveva però provocato un guasto temporaneo, con intervento di tecnici e vigili del fuoco.

Sarebbe stato in quei frangenti, dunque, che i due ignoti (e ora si è anche appurato: inesistenti) rapinatori sarebbero sbucati dal nulla: nel racconto reso ai militari, avrebbero spalancato lo sportello del furgone da lui condotto, per trascinarlo di peso all’esterno senza troppi complimenti, e stappargli i soldi.

Avviate le indagini, però, i carabinieri hanno verificato tutti i giri svolti dal giovane quel giorno nella zona e usato anche alcune videocamere di sorveglianza. E hanno riscontrato diverse incongruenze, soprattutto negli orari. Interrogato e messo alle strette, alla fine il 22enne non ha più retto e ha confermato: sì, quella rapina non è mai avvenuta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento