rotate-mobile
Cronaca

Finisce fuoristrada, rifiuta i test per droga e alcol e viene denunciato

E' accaduto a Francavilla Fontana. A San Michele Salentino deferiti due ragazzi che volevano evitare il posto di blocco

Finisce fuoristrada con l’auto del padre, ma in ospedale rifiuta di sottoporsi ai test che servono per stabilire se il conducente era sotto l’effetto di stupefacenti o alcool. Per tale ragione, i carabinieri di Francavilla Fontana  hanno denunciato a piede libero un giovane di 25 anni del luogo.

Nel  corso della notte, alla guida dell’autovettura del genitore, e, per cause in corso di accertamento, il giovane ha perso il controllo del mezzo finendo contro il guardrail. Soccorso e trasportato in ambulanza all’ospedale Perrino di Brindisi da una equipe del 118, il ferito si è opposto ai prelievi per il narco test e per l’alcol test. La patente di guida gli è stata ritirata.

Sempre nel corso dei controlli stradali nella zona, i militari dell’Arma dipendenti dalla compagnia di San Vito dei Normanni hanno denunciato due giovani fermati a San Michele Salentino. Un 19enne del luogo ha costretto una pattuglia ad un breve inseguimento, dopo aver forzato il posto di blocco alla guida di un motociclo. Dovrà rispondere del  reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Il giovane mentre circolava nell’abitato di San Michele Salentino, alla vista dei carabinieri ha prima rallentato, poi giunto a pochi metri dai militari ha accelerato improvvisamente ignorando l’intimazione di alt. I militari canno dovuto indietreggiare per non essere investiti, ma subito dopo sono partiti all’inseguimento fino a raggiungere il ragazzo presso la sua abitazione, dove aveva cercato rifugio.

Nel corso della stessa serata, un altro giovane di San Michele Salentino, un 26enne alla guida della propria auto, aveva provato a sua volta a sottrarsi al controllo dei carabinieri, accelerando alla vista della pattuglia. Ben presto raggiunto dai militari, è stato sottoposto a perquisizione personale, seguita da quella del veicolo.

Nel bagagliaio sono stati trovati una mazza da baseball e un coltello a lama fissa della lunghezza di 15,2 centimetri.  Il 26enne, denunciato per porto di oggetti atti ad offendere, non ha saputo fornire giustificazioni plausibili sia in merito all’improvvisa manovra di accelerazione effettuata con la vettura sia riguardo al porto di mazza e coltello che sono stati sottoposti a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finisce fuoristrada, rifiuta i test per droga e alcol e viene denunciato

BrindisiReport è in caricamento