menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto www.lostrillonenews.it

Foto www.lostrillonenews.it

Cade nel pozzo e muore: indagati titolare e due impiegati della casa di riposo

E' stato contestato il reato di omicidio colposo, come atto dovuto, alle persone indagate nell'ambito dell'inchiesta sul decesso avvenuto venerdì scorso all'interno della Rssa Santa Lucia di Erchie. Mercoledì l'autopsia

ERCHIE – Tre persone sono state iscritte sul registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di un ospite della casa di riposo Santa Lucia di Erchie che venerdì scorso (19 maggio) ha perso la vita dopo essere caduto in una cisterna situata all’interno della struttura. Si tratta dell’amministratore della Rssa (Residenza sociosanitaria assistenziale), residente a Torre Santa Susanna, e di due impiegati, uno di Erchie e l’altro di Torre.

I tre sono accusati di omicidio colposo: ipotesi di reato formulata come atto dovuto per dare agli indagati la possibilità di farsi rappresentare da un perito di parte nel corso dell’autopsia, il cui incarico verrà conferito mercoledì (24 maggio) al medico legale Antonio Carusi. Le informazioni di garanzia sono state notificate nella giornata odierna (22 maggio) dai carabinieri della compagnia di Francavilla Fontana, su mandato del pm titolare del fascicolo, Antonio Costantini.

Il 51enne Salvatore Ussai, originario della provincia di Taranto, sarebbe caduto accidentalmente, forse a seguito di un malore, sulla copertura di una cisterna che si trovava sotto a una scala. Il coperchio è sprofondato. Un infermiere ha cercato di salvare l’ospite, tenendolo a galla, ma non c’è stato nulla da fare. Quando il personale del 118 e il nucleo Saf (soccorso alpino fluviale) dei vigili del fuoco sono giunti sul posto, Ussai era già morto.

Il pm ha immediatamente disposto il sequestro della salma e della cisterna. L’autopsia dovrà chiarire se la vittima è morta a causa del malore o per annegamento. Il magistrato ha inoltre disposto degli accertamenti volti ad appurare il rispetto delle normative in materia di sicurezza dei dipendenti e degli ospiti della struttura. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento