Danneggiamento, evasione obblighi, simulazione di reato: denunce

Tre casi risolti dai carabinieri a Villa Castelli, Torre Santa Susanna e Ostuni

Ostuni: denuncia falsamente ammanchi sul conto bancario

I carabinieri della stazione di Ostuni hanno denunciato per simulazione di reato un 23enne del luogo. In particolare, il giovane ha denunciato all’Arma, nei primi giorni del mese di settembre, di aver subito un prelievo fraudolento dal proprio conto corrente di una cospicua somma di denaro. L’analisi delle immagini degli impianti di videosorveglianza collocati nelle adiacenze l’istituto di credito, nonché altre verifiche effettuate, hanno fatto emergere che è stato proprio il 23enne ad eseguire il movimento bancario simulando successivamente di aver subito il reato.

Torre S. Susanna: non corrisponde il sostentamento al nucleo familiare

Un 30enne residente a Latiano è stato denunciato dai carabinieri di Torre Santa Susanna a conclusione delle indagini partite da una querela sporta da una donna del luogo da cui l’indagato si era separato. I militari hanno verificato che l’uomo si sarebbe sottratto agli obblighi di assistenza familiare fissati dal magistrato: nell’arco temporale dal giugno 2015 al settembre 2019 non ha ottemperato al versamento dell’assegno di mantenimento per il sostentamento economico del nucleo familiare composto dall’ex moglie e da un figlio minore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Villa Castelli: danneggiano un’auto, ripresi dalle videocamere

I carabinieri della stazione di Villa Castelli al termine degli accertamenti, hanno denunciato tre persone del luogo per i reati di concorso in danneggiamento aggravato di autovettura. A seguito della denuncia presentata dalla parte offesa, che aveva raccontato di aver subito il danneggiamento della propria auto parcheggiata nei pressi dell’abitazione, i carabinieri attraverso l’esame delle immagini registrate da un impianto di videosorveglianza della zona, sono risalite all’identità dei soggetti che si erano accaniti sul veicolo. In particolare gli indagati, giunti sul luogo a bordo di una vettura, si erano avvicinati al veicolo della parte offesa e uno dei tre affacciandosi ha colpito lo specchietto retrovisore esterno sinistro, causando un danno di 400 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento