Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Carovigno

Tre pregiudicati intercettati dalla polizia in servizio contro furti nelle campagne

Un gruppo di pregiudicati di Carovigno è stato neutralizzato dalle volanti del commissariato di polizia di Ostuni prima di poter portare a segno azioni criminose nelle campagne di contrada Specchia, che si trova in territorio carovignese al confine con quello della Città Bianca. I tre sono stati denunciati a piede libero

CAROVIGNO – Un gruppo di pregiudicati di Carovigno è stato neutralizzato dalle volanti del commissariato di polizia di Ostuni prima di poter portare a segno azioni criminose nelle campagne di contrada Specchia, che si trova in territorio carovignese al confine con quello della Città Bianca. I tre sono stati denunciati a piede libero per possesso di arnesi atti allo scasso e per violazione delle normative sull’impiego ai apparecchi ricetrasmittenti e sulla sicurezza delle comunicazioni. Infatti erano in possesso di ricetrasmittenti e di uno scanner portatile sintonizzato sulle frequenze degli istituti di vigilanza della zona. C'era anche un passamontagna per evitare di rivelare il volto alle videocamere di sorveglianza.

Si tratta di O.P.L. di 36 anni, P.L. di 43 anni, e di G.I.L. di 38 anni. Erano a bordo di una utilitaria che si stava spostando a bassa velocità e a luci spente lungo una strada comunale, da cui si dipartono numerose strade vicinali che conducono prevalentemente ad abitazioni rurali ma anche a villette estive. Ma sono stati avvistati da una volante che stava effettuando una perlustrazione, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio disposti dal commissario capo Gianni Albano, mirati proprio a colpire i reati predatori.

Mettendo nel conto che potesse trattarsi di un gruppo di persone armate, l’equipaggio della volante ha segnalato la situazione chiedendo l’appoggio di un’altra pattuglia.  Infatti l’utilitario con i sospetti a bordo, non appena intravista la sagoma dell’auto di servizio della polizia che sbarrava la strada, dopo aver arrestato la marcio e qualche secondo di esitazione del conducente, è ripartita tentando la fuga a marcia indietro, per raggiungere proprio una delle stradine laterali.

Ma alle spalle si sono trovati la seconda pattuglia, che li ha chiusi in trappola. A quel punto, i tre hanno tentato di sottrarre ai poliziotti le radio e altri arnesi tra i quali tre coltelli multiuso, lanciandoli in un terreno dopo averli infilati in un sacchetto di plastica. Ma tutto è stato recuperato pochi minuti dopo dagli operatori delle volanti del commissariato. Tutti i denunciati, nel corso delle procedure di identificazione, sono risultati gravati da precedenti specifici come furti, rapine ed estorsioni.

Le radio sarebbero state utilizzate, secondo la polizia, per consentire i contatti tra i membri del gruppo durante l’attività criminosa che avevano in progetto. Non è chiaro se ci fosse in zona anche un altro nucleo di malviventi collegato ai tre soggetti bloccati dalle volanti, ma il fatto evidenzia come nelle campagne operi da tempo una malavita che sta creando seri danni ai patrimoni di turisti e residenti. Il commissariato di Ostuni sta pertanto utilizzando al massimo uomini e mezzi per contrastare questo fenomeno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre pregiudicati intercettati dalla polizia in servizio contro furti nelle campagne

BrindisiReport è in caricamento