Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Ladri di rame provocano il rallentamento dei treni sulla linea adriatica

Oggi pomeriggio furto di cavi tra Foggia e Termoli, ieri tra le stazioni di Ostuni e di San Vito dei Normanni. Scattati i sistemi di sicurezza, ma sensibili ritardi sulla tabella di marcia

Dalle 15.30 di questo pomeriggio la circolazione ferroviaria è rallentata sulla linea Termoli – Foggia a seguito del furto di cavi di rame da parte di ignoti. L’asportazione dei cavi ha provocato un guasto al sistema di distanziamento dei treni su entrambi i binari e compromesso la regolarità della circolazione con ritardi medi di circa mezz’ora per treno. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana sono sul posto per ripristinare le normali condizioni di circolazione.

La sottrazione di rame o il tentativo di furto determinano l’attivazione istantanea dei sistemi di sicurezza della circolazione dei treni, che si fermano con l’automatica disposizione al rosso dei segnali mentre il guasto viene immediatamente rilevato dalla sala operativa di gestione e controllo del traffico ferroviario. 

Analogo copione ieri pomeriggio sulla linea Bari –Lecce dove ignoti hanno tranciato alcuni metri di cavi di rame lungo la tratta Ostuni - San Vito dei Normanni provocando ritardi dai 40 minuti alle due ore per una ventina di treni. Rete Ferroviaria Italiana ha sporto denuncia contro ignoti. In attesa della riparazione del danno la circolazione prosegue rallentata secondo protocolli specifici che ne garantiscono comunque la totale sicurezza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri di rame provocano il rallentamento dei treni sulla linea adriatica

BrindisiReport è in caricamento