rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca

Tribunale speciale per i due marò

NEW DELHI - La Corte suprema indiana ha deciso oggi che il giudizio sui due marò italiani sia trasferito ad un tribunale speciale che sarà costituito a New Delhi. Dopo aver precisato che il Kerala non aveva giurisdizione sul caso, la corte ha stabilito quindi la creazione di tale tribunale in collaborazione col governo centrale che giudicherà il caso dei sottufficiali del Reggimento San Marco, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

NEW DELHI - La Corte suprema indiana ha deciso oggi che il giudizio sui due marò italiani sia trasferito ad un tribunale speciale che sarà costituito a New Delhi. Dopo aver precisato che il Kerala non aveva giurisdizione sul caso, la corte ha stabilito quindi la creazione di tale tribunale in collaborazione col governo centrale che giudicherà il caso dei sottufficiali del Reggimento San Marco, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

L'avvocato Harish Salve, che guida il collegio di difesa dei marò, ha dichiarato all'Ansa di essere ''molto soddisfatto per la sentenza della Corte suprema''. I giudici, ha aggiunto il legale, ''hanno escluso il Kerala dal processo e ora la questione sara' esaminata a New Delhi''. Salve ha infine reso noto che alle 14 ora locale (le 9,30 in Italia) la corte emettera' un ordine di trasferimento dei marò da Kochi alla capitale indiana.

Tuttavia, ha stabilito la Corte suprema di Delhi, l'incidente che ha coinvolto i due marò italiani ''e' avvenuto fuori dalle acque territoriali indiane''. Precisando pero' che i due militari ''non godevano di immunita' sovrana'' nella loro funzione di sicurezza sulla Enrica Lexie, che avrebbe comportato automaticamente l'applicazione della giurisdizione italiana.

Una volta trasferiti a New Delhi in forza di un'ordinanza della stessa  Corte Suprema indiana, i marò avranno liberta' di movimento in tutto il Paese. E' quanto e' emerso durante il dialogo fra i giudici e gli avvocati della difesa, dopo la pubblicazione della sentenza che ordina la costituzione di un tribunale speciale nella capitale.

Il nuovo tribunale speciale che sarà creato a New Delhi per giudicare il caso dei marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone affronterà in una prima fase la questione della giurisdizione e quindi, se riconoscerà quella indiana, entrerà nel merito del processo. Lo ha detto l'avvocato dei due militari italiani, Arish Salve.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunale speciale per i due marò

BrindisiReport è in caricamento