menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La chiazza di vomito nella foto di uno studente

La chiazza di vomito nella foto di uno studente

Chiazza di vomito nel bus degli studenti. Il sindaco contatta l'Asl

Nuovo disagio per gli studenti di Cellino San Marco che utilizzano i mezzi di linea delle Ferrovie Sud Est. La chiazza da quanto riferito era solidificata.

CELLINO SAN MARCO - Stavolta i posti a sedere non scarseggiavano. Infondo al pullman, però, c’era una disgustosa chiazza di vomito che stava lì, fra i sedili posteriori e l’ultima fila di quelli laterali, non si sa da quanto tempo. Ennesimo disagio, stamani (27 gennaio), per gli studenti di Cellino San Marco che utilizzano i bus di linea delle “Ferrovie Sud-Est” per raggiungere le scuole del capoluogo.

La scena è stata immortalata con uno smart phone. La foto nel giro di pochi minuti è arrivata al sindaco di Cellino San Marco, Salvatore De Luca, che soli quattro giorni fa (23 gennaio), insieme al primo cittadino di San Donaci, si era incontrato con il prefetto di Brindisi per discutere delle ataviche problematiche riguardanti il trasporto scolastico. Stessa questione, fra l’altro, era stata affrontata proprio nella giornata di ieri con l’assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini.

“Da quel che riferiscono gli studenti – spiega il sindaco – il vomito era solidificato. Si può quindi dedurre che stesse lì dal giorno prima. Se così stanno le cose, il pullman non sarebbe dovuto uscire dalla rimessa. Non se l’autista se ne sia accorto o meno”.

Il problema si è verificato a bordo del mezzo partito da San Pancrazio Salentino e che prima di raggiungere, intorno alle ore 7,15, la fermata di Cellino, ha fatto tappa a San Donaci. Spesso quando la vettura arriva a Cellino San Marco è già stracarica di passeggeri, lasciando a terra decine di ragazzi (i più fortunati entrano a scuola alla seconda ora, ma alcuni non riescono neanche ad arrivarci a scuola, se i genitori non possono accompagnarli con i ipropri mezzi). Si tratta di una problematica arci nota sia all’azienda che alla prefettura, come dimostrato dalle numerose segnalazioni partite dal Comune di Cellino. E alla lunga lista stamani se ne sono aggiunte un paio.

“Ho già segnalato l’accaduto – afferma De Luca – all’Asl. Inoltreremo l’ennesima segnalazione sia alla prefettura che alle Ferrovie Sud Est”. Con la società (acquisita lo scorso 28 novembre dalle Ferrovie dello stato, che hanno avviato una fase di ristrutturazione aziendale), però, non è facile avere un’interlocuzione. “Oggi di referenti – spiega De Luca – non ce ne sono più. Anche da quello che ieri mi ha riferito l’assessore Giannini, purtroppo i tempi per avere un servizio adeguato non sono immediati. Il nuovo responsabile della società (insediatosi a dicembre, ndr) sta facendo il punto della situazione, anche in considerazione del fatto che c’è un concordato preventivo”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento