Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Torchiarolo

Trovata tanica di benzina davanti al bar "Le dune": secondo avvertimento

Nella notte tra il 21 e il 22 marzo fu sfondata la vetrata posta sul retro e fu piazzata una tanica di benzina al centro del locale. La notte scorsa, un'altra tanica contenente liquido infiammabile, anche in questo caso benzina, è stata lasciata vicino la porta di ingresso. Secondo avvertimento per i proprietari del bar sul mare "Le Dune"

LIDO PRESEPE – Nella notte tra il 21 e il 22 marzo fu sfondata la vetrata posta sul retro e fu piazzata una tanica di benzina al centro del locale. La notte scorsa, un’altra tanica contenente liquido infiammabile, anche in questo caso benzina, è stata lasciata vicino la porta di ingresso. Secondo avvertimento per i proprietari del bar sul mare “Le Dune”, di proprietà dei fratelli Pascarito di San Pietro Vernotico, sito nella marina di Lido Presepe, località balneare di Torchiarolo.

A trovare il contenitore di benzina, un agente dell’istituto di vigilanza G4 di San Pietro Vernotico durante un giro di controllo degli abbonati della marina. La scoperta è stata fatta nella notte scorsa ed è immediatamente stato richiesto l’intervento dei carabinieri. Sul posto si è recata una pattuglia della stazione di San Pietro Vernotico, già in servizio nella zona. Il locale è dotato di telecamere e con tutta probabilità chi ha lasciato questo nuovo messaggio intimidatorio è stato immortalato, di certo ha agito con volto travisato e dai fotogrammi, con ogni probabilità si ricaverà ben poco per risalire all’identificazione del responsabile di questo gesto.lido le dune-2

Certo è che l’episodio apre scenari preoccupanti, togliere la serenità a un imprenditore che investe nella stagione estiva non è un gesto di poco conto. Specie perché l’estate non è ancora entrata nel vivo. Sul caso indagano i carabinieri della stazione di Torchiarolo diretti dal maresciallo Corianò, al momento non si esclude alcuna pista: alla base dell’atto intimidatorio (il secondo) potrebbe esserci il racket delle estorsioni ma anche dissapori o ritorsioni. I proprietari non hanno mai avuto problemi con la giustizia, gestivano, insieme al padre una pizzeria a San Pietro Vernotico e lo storico bar “Le dune” sempre nella marina di Lido Presepe, da qualche anno hanno dato vita a un bar-pizzeria sul mare aperto da mattina a sera con servizi di per i villeggianti di ogni genere.

Va ricordato che un altro bar posto sul mare, il bar di lido Cerano, nella notte tra l’1 e il 2 giugno è stato preso di mira dalla criminalità, (anche se non ci sarebbero prove certe): è andato distrutto da un incendio. Si trova a pochi chilometri di distanza da “Lido le Dune”, sempre sulla costa sud di Brindisi. Se di due episodi sono in qualche modo collegati saranno gli investigatori a stabilirlo e soprattutto la collaborazione delle vittime, anche in quel caso il locale è gestito da giovani imprenditori animati dalla passione di creare divertimento e servizi in riva al mare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata tanica di benzina davanti al bar "Le dune": secondo avvertimento

BrindisiReport è in caricamento