Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Carovigno

Due ritrovamenti in pochi giorni di tartarughe morte sul litorale

Trovati esemplari di tartarughe morte, spiaggiate nel Brindisino: due ritrovamenti in quattro giorni. Nella mattina di oggi, domenica 12 aprile, alcuni cittadini che praticavano attività sportiva sulla spiaggia di Pennagrossa

Trovati esemplari di tartarughe morte, spiaggiate nel Brindisino: due ritrovamenti in quattro giorni. Nella mattina di oggi, domenica 12 aprile, alcuni cittadini che praticavano attività sportiva sulla spiaggia di Pennagrossa nella riserva di Torre Guaceto, hanno rinvenuto la carcassa di una tartaruga Caretta Caretta sull’arenile. Sul posto si è recato il personale dell’area marina protetta che ha proceduto con la rimozione dell’esemplare. Giovedì scorso alcuni cittadini, sempre impegnati in attività sportiva lungo il litorale sud di Brindisi nei pressi di Cerano si sono imbattuti in un ritrovamento simile. Anche in questo caso la testuggine era ormai morta.

Da quanto ha spiegato Pasquale Salvemini del WWf e responsabile del Centro tartarughe di Molfetta che si occupa dei recuperi e degli interventi nel tratto di costa compreso tra Zapponetta (Foggia) e Monopoli (Bari), in un’intervista ad “Ambient&Ambienti” (www.ambientambienti.it), “il 65 per cento delle tartarughe presenti nell’Adriatico sono a rischio per colpa dell’uomo”. Sotto accusa, infatti, ci sono le reti a strascico per la pesca ma da quanto è stato accertato alcune tartarughe sono morte per aver ingerito ami e lenze. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due ritrovamenti in pochi giorni di tartarughe morte sul litorale

BrindisiReport è in caricamento