menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gommone con tracce di droga recuperato sulla spiaggia, insieme a una tartaruga

La scoperta è stata fatta dalla guardia di finanza e dalla polizia locale a Lendinuso. Sempre a Lendinuso due giorni fa erano stati trovati 463 chilogrammi di marijuana di cui si erano disfatti degli scafisti intercettati al largo del litorale brindisino

LENDINUSO (Torchiarolo) – Un gommone rovesciato con tracce di droga, una tartaruga caretta caretta (fortunatamente viva) e la carcassa di una mucca sono stati ritrovati sulla spiaggia di Lendinuso, marina di Torchiarolo, nella mattinata di oggi (17 dicembre). A imbattersi nell’imbarcazione, intorno alle ore 8, è stata una pattuglia della guardia di finanza della tenenza di San Pietro Vernotico al comando del luogotenente Alfredo Proto, che ha operato in sinergia con gli uomini della polizia locale di Torchiarolo diretti dal tenente Lorenzo Renna.

IMG-20161217-WA0012-2

Vicino al gommone, dotato di un motore fuori bordo da 150 cavalli, si trovavano anche una muta da sub e un paio di taniche di benzina. Non vi sono dubbi sul fatto che l’unità sia stata abbandonata dai trafficanti di sostanze stupefacenti (oltre che di esseri umani e di armi) che imperversano fra i Balcani e le coste salentine. Le unità cinofile hanno infatti fiutato tracce riconducibili a un carico di droga, con ogni probabilità marijuana. Appena un paio di giorni fa, del resto, sempre sulla spiaggia di Lendinuso sono stati sequestrati 463 chilogrammi di marijuana di cui si erano disfatti degli scafisti intercettati al largo del litorale brindisino dai militari del Roan della guardia di finanza di Bari.

IMG-20161217-WA0010-2

Alcune balle di sostanza stupefacente finirono nei pressi del porticciolo, dove venne sequestrata anche un’auto che presumibilmente apparteneva a un basista. Al momento non è dato sapere se il gommone recuperato stamani abbia a che fare con la spedizione intercettata due giorni fa dalle fiamme gialle. I militari hanno subito avviato delle indagini volte a far luce sull’accaduto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dell’esemplare di caretta caretta finito sulla spiaggia e della mucca, invece, si sono occupati gli uomini della polizia locale e il personale del Servizio Sanitario dell’Asl Brindisi. La tartaruga, scoperta da un ragazzo, era rimasta imbrigliata in dei sacchetti di plastica, correndo il rischio di morire soffocata. Ma per fortuna è sopravvissuta ed è tornata in libertà dopo i controlli effettuati dai veterinari, che si sono spostati in una zona meno esposta alle onde per reimmetterla in mare (video in alto). Mentre la tartaruga veniva tratta in salvo, la mareggiata ha restituito anche la carcassa della mucca, la cui rimozione è stata effettuata da una ditta privata, su richiesta da parte dell’ufficio tecnico dell’amministrazione comunale di Torchiarolo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento