Trovato il poligono di Vantaggiato

LECCE – E’ stato individuato stamattina nelle campagne nei pressi di Leverano, su indicazione dello stesso Giovanni Vantaggiato, il luogo dove egli aveva sottoposto a test la miscela esplosiva che avrebbe poi utilizzato per l’attentato della mattina del 19 maggio alle 7,40 davanti all’Istituto professionale Morvillo Falcone. Sul posto, da quanto si è appreso, sono visibili le tracce delle piccole esplosioni di prova di cui l’attentatore ha parlato ai magistrati inquirenti nel corso dell’ultimo interrogatorio. Si tratta delle buche causate dagli scoppi.

L'attentatore preme il telecomando

LECCE – E’ stato individuato stamattina nelle campagne nei pressi di Leverano, su indicazione dello stesso Giovanni Vantaggiato, il luogo dove egli aveva sottoposto a test la miscela esplosiva che avrebbe poi utilizzato per l’attentato della mattina del 19 maggio alle 7,40 davanti all’Istituto professionale Morvillo Falcone. Sul posto, da quanto si è appreso, sono visibili le tracce delle piccole esplosioni di prova di cui l’attentatore ha parlato ai magistrati inquirenti nel corso dell’ultimo interrogatorio. Si tratta delle buche causate dagli scoppi.

Vantaggiato aveva raccontato di aver acquistato quattro telecomandi per provare le esplosioni a distanza, ma solo uno aveva funzionato a dovere, mentre gli altri tre si sarebbero inceppati. Adesso la polizia scientifica e gli artificieri stanno cercando sul luogo riscontri materiali alle dichiarazioni del killer della ragazze della Morvillo Falcone di Brindisi. Vantaggiato ha indicato anche gli ingredienti utilizzato, che lasciano ritenere che abbia composto una miscela a base di nitrato di ammonio, dal forte potere detonante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul luogo sarebbero state rinvenute altre tre bombole di Gpl con innesco, non si sa se malfunzionanti o effettivamente pronte ad esplodere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

Torna su
BrindisiReport è in caricamento