menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovato nei pressi di negozi con passamontagna, guanti e cacciavite: denunciato

Da Bari a Mesagne per compiere azioni criminose ma i poliziotti lo fermano poco prima che entrasse in azione. In auto aveva 2 radioricetrasmittenti, 2 cacciaviti, 1 paio di guanti e un berretto in lana tipo passamontagna

MESAGNE – Da Bari a Mesagne per compiere azioni criminose ma i poliziotti lo fermano poco prima che entrasse in azione. In auto  aveva 2 radioricetrasmittenti, 2 cacciaviti, 1 paio di guanti e un berretto in lana tipo passamontagna. Si tratta di un barese di 43 anni, W.C.R. già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio. E’ stato denunciato per possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso e resistenza a pubblico ufficiale.

I fatti. Alle 19:30 circa di ieri, venerdì 24 febbraio, nell’ambito di mirati servizi di prevenzione e contrasto dei reati in genere, una pattuglia del locale commissariato in servizio con tre operatori, transitando per Piazza Vittorio Emanuele, ha notato una Fiat Punto di colore grigio con quattro persone sospette a bordo procedere in direzione via Brindisi. L’ha pedinata. La Punto giunta in prossimità del semaforo ha compiuto una manovra vietata: attraversando l’area di servizio Esso si è immessa su via Vita. Si è poi fermata in prossimità di una serie di esercizi commerciali, tra cui una farmacia, una macelleria e vari supermercati. A quel punto i poliziotti, temendo che i soggetti a bordo potevano commettere qualche atto criminale hanno attivato i dispositivi luminosi e sonori tentando i fermarli. I malviventi innescando la retromarcia si sono dati alla fuga, creando pericolo per la circolazione stradale, prima su via E. Ferdinando poi via T. Dello Diago ed infine in via Cirillo Capozza, per arrestarsi all’altezza del civico 12, con la pattuglia ormai alle calcagna. Ormai braccati si sono fermati di scatto balzando fuori dall’auto per darsi alla fuga a piedi per le viuzze adiacenti. Immediatamente inseguiti gli operatori sono riusciti a bloccarne solo uno. Gli altri si sono dileguati.  

Perquisita l’autovettura, priva di copertura assicurativa, come già detto sono stati rinvenuti 2 radioricetrasmittenti,  2 cacciaviti, 1 paio di guanti e un berretto in lana tipo passamontagna. L’auto e gli oggetti rinvenuti sono stati sequestrati. L’attività di indagine tesa alla individuazione degli altri complici, prosegue.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Vaccini anti Covid: in campo anche gli odontoiatri pugliesi

  • Attualità

    Sdoganamento in mare, accordo tra Adm e Capitaneria

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento