menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Truffa a una casalinga”: imputata dipendente di Banca Apulia

Per la Procura avrebbe indotto in errore una cliente proponendo un investimento per quattromila euro

FRANCAVILLA FONTANA– “In qualità di dipendente della Banca Apulia” avrebbe “indotto in errore una casalinga proponendo di investire 4.087 euro in un prodotto finanziario ad alto rischio”: l’accusa di truffa è stata mossa nei confronti di una francavillese, a conclusione delle indagini partite dopo la querela sporta dall’avvocato penalista Domenico Attanasi (nella foto in basso) e dalla civilista Marina Della Corte, della Unione Nazionale
Consumatori.

Attanasi_foto-2Il decreto di citazione diretta a giudizio è stato notificato alle parti, da un lato l’imputata difesa dall’avvocato Franz Pesare, dall’altro il risparmiatore, nei giorni scorsi. La prima udienza è prevista per l’anno prossimo davanti al Tribunale di Taranto, in composizione monocratica, competente per territorio. La filiale della banca ha sede a Sava.

Nel capo di imputazione è stato anche evidenziato che il prodotto finanziario proposto come investimento fosse non solo “ad alto rischio” ma anche “inadeguato al profilo di investitrice della cliente”, essendo “casalinga, titolare di pensione di reversibilità con scolarizzazione minima, prospettando che si trattasse di un investimento senza rischi e a capitale garantito”. In tal modo, sempre secondo l’accusa, sarebbe stato procurato “consapevolmente all’istituto di credito un vantaggio ingiusto, con danno alla persona offesa che vedeva vanificato il capitale e alla quale veniva negato il chiesto rimborso”.

La vicenda della vendita dei titoli Veneto Banca, da parte di Banca Apulia, è giunta alla ribalta della cronaca nazionale oramai da molti
mesi. Anche a Brindisi sono moltissimi i risparmiatori che hanno sporto querela per l’ipotesi di truffa e si è in attesa degli esiti degli accertamenti svolti dalla Guardia di Finanza di Brindisi. 
L’iniziativa della Procura di Taranto, la quale ha ritenuto la sussistenza della truffa, potrebbe  costituire un precedente importante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento