menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa, violenza a pubblico ufficiale e lesioni: quattro arresti

Dopo condanne definitive eseguiti gli ordini di carcerazione per Arcangelo Gallone, Angelo Ponti, Paolo Nigro e per Salah Laouiti

Truffa, violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e violazione degli obblighi di assistenza familiare: quattro brindisini e un cittadino arabo sono stati arrestati da carabinieri, in esecuzione di ordini di carcerazione, conseguenti a condanne diventata definitive.

Latiano

- GALLONE Arcangelo, classe 1971-2I militari della Stazione di Latiano hanno tratto in stato di arresto  Arcangelo Gallone, 45 anni, del luogo: deve espiare ai domiciliari la pena di due anni di reclusione, per i reati di violenza  o minaccia a Pubblico Ufficiale e violazione alla Sorveglianza Speciale di P.S. cui era sottoposto. Il primo reato venne commesso  l’8 ottobre del 2008:  i carabinieri dovevano notificargli un provvedimento, iniziò a  spintonarli, per poi darsi alla fuga. In serata si costituì nel carcere di Taranto. Gli altri reati si riferiscono a settembre 2011 e a dicembre 2012 e riguardano la violazione della misura di prevenzione della Sorveglianza speciale alla quale era stato sottoposto:  Gallone venne sorpreso in  un circolo privato di Latiano senza la carta precettiva violando le prescrizioni imposte. Così come anche nelle altre due circostanze il 14 e il 24 agosto 2011, venne sorpreso  all’interno di un bar in compagnia di soggetti pregiudicati.                                            

Torre Santa Susanna

- PONTI Angelo, classe 1975-2A Torre Santa Susanna, finisce ai domiciliari  Angelo Ponti, 43 anni: deve espiare la pena di due anni di reclusione per i reati di violazione degli obblighi di assistenza familiare. I fatti  addebitati  risalgono agli anni 2011/2012, scaturiti da querele presentate dall’ex convivente relative alla violazione degli obblighi di assistenza familiare con riguardo al mantenimento dei loro figli minori. 

Carovigno

Arrestato ai domiciliari, a Carovigno, Salah Laouiti,  64 anni,  cittadino di origini tunisine:  deve espiare la pena di sei mesi di reclusione per i reati di minaccia e lesioni personali. I fatti  risalgono al 20 dicembre 2007, quando in Piazza Municipio a Carovigno, rivolgendosi ad una persona anziana del luogo le diceva testualmente “te la farò pagare tu mi hai rovinato”. Dopo aver pronunciato queste parole, prese un bastone in ferro e la colpiì in testa procurandole gravi lesioni personali. 

Villa castelli

- LAOUITI Salah, classe 1954-2A  Villa Castelli, i carabinieri hanno arrestato e condotto in carcere   Paolo Nigro ,67 anni: deve espiare un anno di reclusione per truffa commessa a Taranto nel 2012. In concorso con altri, dopo aver contatatto  concessionari di autovetture anche costose, fingendo di essere interessato all’acquisto si faceva inviare  le fotografie delle auto nonchè le copie dei documenti.

- NIGRO Paolo, classe 1951-2Successivamente sui principali siti di annunci di  vendita di autoveicoli venivano pubblicate le foto,  prospettando  prezzi concorrenziali. Agli acquirenti  chiedevano caparre o anticipi per opzionare l’acquisto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento