menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dramma nelle acque del Pilone

Dramma nelle acque del Pilone

Turista morto al Pilone: è annegamento

OSTUNI – E’ stato un arresto cardiocircolatorio da annegamento a uccidere Francesco Moriconi, il geometra 41enne di Perugia morto oggi pomeriggio in località “Pilone”, sul litorale di Ostuni.L’uomo stava facendo il bagno a circa 10 metri dalla riva, in un tratto di spiaggia libera.

OSTUNI - E' stato un arresto cardiocircolatorio da annegamento a uccidere Francesco Moriconi, il geometra 41enne di Perugia morto oggi pomeriggio in località "Pilone", sul litorale di Ostuni.L'uomo stava facendo il bagno a circa 10 metri dalla riva, in un tratto di spiaggia libera situato a ridosso della torre costiera simbolo della zona, quando si è ritrovato in balia delle onde. Erano passate da pochi minuti le 15. Sono stati alcuni bagnanti a trascinare il turista verso la battigia. Le sue condizioni sono parse fin da subito disperate. I tentativi di rianimazione praticati dal personale del 118 si sono rivelati inutili. Moriconi si è spento sotto lo sguardo della compagna 40enne, con la quale stava trascorrendo le vacanze estive a Polignano a mare, in provincia di Bari. Sopraffatta dallo choc, la donna è stata trasportata presso il Pronto soccorso dell'ospedale di Ostuni.

Iolanda Daniela Chimienti, pm di turno del tribunale di Brindisi, non ha disposto l'autopsia. La dinamica degli eventi, del resto, pare abbastanza chiara. Il mare era molto agitato. Il geometra, in acqua insieme alla fidanzata, ha cominciato ad annaspare fra i flutti, dopo essere finito nel vortice di una risacca. La donna è riuscita a guadagnare la riva. Moriconi, forse anche in preda a una crisi di panico, è stato travolto dalle correnti.Quando i bagnanti lo hanno trasportato in spiaggia, il suo cuore, con ogni probabilità, aveva già smesso di battere.

Nel volgere di pochi minuti, si sono recati sul posto gli uomini della Capitaneria di porto, i poliziotti del commissariato di Ostuni, gli agenti della Polizia municipale della Città Bianca e il personale della Croce rossa.Nei polmoni del geometra sono state trovate tracce d'acqua: segno evidente del decesso per annegamento.Il 41enne, purtroppo, è l'ennesima vittima di una zona tristemente nota per i rischi ai quali sono esposti i bagnanti, quando il mare è in tempesta. Il suo corpo si trova adesso nell'obitorio di Ostuni. Nell'arco delle prossime 24 ore, verranno espletate le pratiche per il rientro della salma in Umbria.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Allarme lupi: stragi di asini e capre nelle campagne

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento