Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

In auto con una parente pregiudicata, arrestata la compagna di Buccarella

In più occasioni è stata trovata in compagnia di una donna "controindicata", perché gravata da precedenti specifici di associazione di tipo mafioso, ieri l'ennesimo episodio le è costato un nuovo arresto. Questa volta per aver violato le prescrizioni imposte con la misura della sorveglianza speciale cui era sottoposta

TUTURANO – In più occasioni è stata trovata in compagnia di una parente pregiudicata, perché gravata da precedenti specifici di associazione di tipo mafioso, ieri l’ennesimo episodio le è costato un nuovo arresto. Questa volta per aver violato le prescrizioni imposte con la misura della sorveglianza speciale cui era sottoposta. Si tratta di Vincenza Trenta, 60 anni compagna di Giovanni Buccarella, 87 anni, detto Nino Balla, padre di Salvatore.

Arrestata nel 2012, insieme ad altre persone per associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsione e associazione armata, poi scarcerata a gennaio dello scorso anno per decorrenza termini di custodia cautelare e infine condannata a sei anni e otto mesi. Era sottoposta all’obbligo di dimora oltre che al divieto di incontrare persone sul cui capo gravano reati penali.

Nella mattinata di ieri, domenica 25 gennaio, i carabinieri hanno trovato Vincenza Trenta in auto in compagnia di un’altra donna della famiglia Buccarella, come già accennato, anch’essa gravata da precedenti per associazione di tipo mafioso. Quello di ieri non era il primo episodio accertato dai militari, per questo è scattato l’arresto. Dopo le formalità di rito Vincenza Trenta è stata posta ai domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto con una parente pregiudicata, arrestata la compagna di Buccarella

BrindisiReport è in caricamento