Cronaca

Tuturano, inizio della scuola tra degrado, sporcizia e pericoli 

"Lunedì 14 inizia l'anno scolastico 2015/16, e a Tuturano alla Scuola Media Don Bosco l'accoglienza per nostri ragazzi sarà vissuta come primo giorno di scuola nel degrado totale. Sono fatti veramente sconcertanti e deprimenti. Non ho parole, qui siamo totalmente allo sbando civile e istituzionale"

TUTURANO – “Lunedì 14 inizia l'anno scolastico 2015/16, e a Tuturano alla Scuola Media Don Bosco l'accoglienza per nostri ragazzi sarà vissuta come primo giorno di scuola nel degrado totale. Sono fatti veramente sconcertanti e deprimenti. Non ho parole, qui siamo totalmente allo sbando civile e istituzionale”. Recita questo il post del profilo Facebook “Il Tuturanese La Chiazza” una pagina social dedicata a Tuturano, frazione di Brindisi situata a sud del capoluogo a pochi chilometri dal Comune di San Pietro Vernotico, spesso al centro di lamentele da parte dei residenti proprio per la scarsa attenzione da parte dell’Amministrazione comunale.cornicione pericolante scuola media tuturano-2

Adesso a finire al centro delle polemiche e del malcontento da parte di genitori e cittadini ci è finita la scuola media. A giudicare dalle foto pubblicate sul profilo Facebook la Don Bosco versa in totale stato di abbandono ed è anche pericolosa. Il cortile è pieno di aghi di pino secchi misti a bottiglie di plastica e sporcizia di vario genere, alcune zone sono impraticabili. Gli alberi non sono stati potati e l’inferriata che circonda il cortile è usurata. Alcuni cornicioni pericolanti, l’intonaco si è staccato lasciando in vista l’intelaiatura di ferro arrugginita, i calcinacci sono rimasti per terra. Un “bentornati” nel degrado, quindi, quello che accoglierà gli studenti della Don Bosco di Tuturano che ha già sollevato non poche  lamentele sul social network e che potrebbe portare a vere e proprie azioni di protesta da parte dei genitori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tuturano, inizio della scuola tra degrado, sporcizia e pericoli 

BrindisiReport è in caricamento