rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Via Duomo

Nessuna traccia dei lavori in via Duomo, aggiudicati oltre un anno fa

Quando cominceranno finalmente i lavori di ristrutturazione della pavimentazione in basolato di via Duomo? Quali sono gli impedimenti che stanno provocando questo ritardo, che comincia ad essere preoccupante considerato che è trascorso oltre un anno da quando dovevano iniziare?

BRINDISI - Quando cominceranno finalmente i lavori di ristrutturazione della pavimentazione in basolato di via Duomo? Quali sono gli impedimenti che stanno provocando questo ritardo, che comincia ad essere preoccupante considerato che è trascorso oltre un anno da quando dovevano iniziare? In molti sono ormai sfiduciati, temono che alla fine non se ne farà niente, che tutto possa ulteriormente peggiorare, così come accade da tempo in via Ferrante Fornari, in via S.Lorenzo o per il basolato dei corsi, continuamente frantumato in mille pezzi da veicoli pesantissimi, senza che nessuno senta il dovere di intervenire, per evitare questo danneggiamento continuo e assicurare un livello decente di sicurezza.

Una situazione che ha peraltro alimentato in modo considerevole il contenzioso giudiziario del Comune, a causa delle tante richieste di risarcimento danni, connesse con il degrado delle strade, alle quali non potrà sicuramente farsi fronte con le inadeguate risorse stanziate in bilancio. Un contenzioso che sarebbe necessario verificare nella sua esatta dimensione, e che potrebbe peraltro risultare economicamente più pesante di quello necessario a rimettere in sesto le strade.  

Brindisi - le condizioni di via Duomo-2Peraltro non si può certamente affermare che questi ritardi, questo livello di disattenzione, sia peculiare del centro storico, perché anche in periferia si verificano altrettante, se non maggiori, sofferenze da parte dei cittadini, che stanchi delle tante situazioni di degrado e della mancanza di considerazione delle loro legittime richieste, vogliono capire quando si darà corso e concretezza alle tante rassicurazioni di intervento promesse in campagna elettorale. Ma anche comprendere come vengono spesi i soldi delle loro tasse, in base a quali criteri vengono stabilite le priorità di intervento dell’amministrazione comunale.

Per i lavori di via Duomo, risale ormai al lontanissimo 1 agosto 2013 la determinazione n. 326 del dirigente dei lavori pubblici, con la quale dichiarava l’aggiudicazione definitiva della gara di appalto eseguita a questo scopo. Si trattava lavori ritenuti assolutamente necessari e non più rinviabili per la condizione di degrado della strada, a causa delle tante sconnessioni ed avallamenti  esistenti, che giornalmente mettevano e mettono a dura prova la capacità di equilibrio dei pedoni, dei ciclisti e degli automobilisti che la percorrono.

Ma anche per le difficoltà aggiuntive determinate in caso di pioggia, dalla formazione   di larghe pozzanghere di acqua, che spesso viene schizzata dalle auto in transito sui residenti e sui cittadini e sui turisti, che si recano o provengono da piazza Duomo.  

Non ha certamente risolto il problema l’utilizzo abbondante di catrame, il cui unico merito è stato quello di consumare l’ennesimo oltraggio al decoro e alla scena urbana della città e ai connotati tipici delle strade del centro storico. Replicando quanto è stato fatto, per esempio, in via Porta Lecce e in piazza Vittorio Emanuele II.

Certo riesce difficile comprendere i motivi di questo ennesimo ritardo nell’esecuzione di lavori, ufficialmente già appaltati, che sta diventando quasi una consuetudine e che sarebbe opportuno chiarire ai cittadini, per evitare che possano percepire una amministrazione indolente, refrattaria a risolvere i loro problemi, a far fronte alle esigenze della città e dei cittadini. Ma si intervenga con urgenza, per tutelare quantomeno la loro sicurezza .

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuna traccia dei lavori in via Duomo, aggiudicati oltre un anno fa

BrindisiReport è in caricamento