menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Traffico di droga in Belgio, arresto a Ceglie per un imputato

Era inseguito da un ordine di carcerazione europeo, il 60enne Stefano Ciciriello di Ceglie Messapica. E a rintracciarlo sono stati i carabinieri della stazione della sua città

CEGLIE MESSAPICA - Era inseguito da un ordine di carcerazione europeo, il 60enne Stefano Ciciriello di Ceglie Messapica. E a rintracciarlo sono stati i carabinieri della stazione della sua città. Il provvedimento è conseguente ad una imputazione per associazione in traffico di stupefacenti, emesso dalla magistratura belga per fatti avvenuti tra il 10 marzo 2016 e il 6 giugno 2017 a Burd-Reuland, città di lingua tedesca della Vallonia che si trova esattamente al confine tra Belgio, Lussemburgo e Germania. Ciciriello è stato per ora rinchiuso nel carcere di via Appia a Brindisi.

CICIRIELLO Stefano, Classe 1957-2Il Belgio è alle prese negli ultimi anni con una crescita del traffico di droga (si calcola che dai 160 chilomentri di banchine del porto di Anversa, il secondo d'Europa, i narcos riescano a fare passare una media di 20 tonnellate di coca all'anno), alimentato anche da colonie mafiose siciliane. Ed è diventato un problema anche l'elevato consumo di cocaina, che si può acquistare al consumo a costi molto più bassi che nel resto dei paesi Ue (50 euro al grammo), mercato alimentato da una vasta rete di spaccio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

E' Anna Lucia Matarrelli la nuova comandante della polizia locale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento