rotate-mobile
Cronaca

Arrestato dopo furto di cavi in un cantiere della zona industriale

Un brindisino di 59 anni colto in flagranza di reato da una pattuglia della Squadra mobile

BRINDISI – Arrestato da una pattuglia della Squadra Mobile di Brindisi subito dopo un furto di cavi elettrici in un cantiere della zona industriale del capoluogo. Il fatto è avvenuto il 21 luglio, ma la polizia ne ha dato notizia stamani, dopo la convalida del provvedimento restrittivo da parte del giudice delle indagini preliminari, avvenuta ieri 23 luglio.

La persona tratta in arresto è il 59enne Filippo Toma, i cui movimenti erano parsi sospetti ad alcuni operatori della sezione anticorruzione della Mobile, in servizio in quel momento nella zona industriale. La polizia, dopo aver concentrato l’attenzione sulla persona sospetta, l’ha seguita nel suo spostamento in auto dal cantiere di una impresa locale al cantiere di un’altra ditta.

Qui Filippo Toma provvedeva a scaricare dalla vettura un quantitativo di cavi elettri di vario diametro e lunghezza. I poliziotti decidevano di intervenire in quel preciso momento, per verificare la provenienza dei cavi e il legittimo possesso da parte di Toma, ma ben presto, grazie ad un controllo incrociato con i responsabili del cantiere da cui il 59enne era uscito con il carico di cavi, si accertava che gli stessi erano stati sottratti.

Toma veniva perciò dichiarato in arresto per il reato di furto in flagranza, e d’intesa con il pm di turno, la Mobile lo trasferiva presso la sua abitazione in stato di custodia cautelare domiciliare sino all’udienza di convalida del provvedimento restrittivo poi avvenuta, come già detto, lunedì mattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato dopo furto di cavi in un cantiere della zona industriale

BrindisiReport è in caricamento