menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti di energia e truffe online: un arresto e tre denunce a piede libero

I casi scoperti a Oria e Ostuni. Nella vicenda della sottrazione di elettricità, il pm ha poi disposto la scarcerazione

Alla base di tutto, il concetto dell’imbroglio, anche se in uno dei due seguenti casi il reato si è materializzato come furto aggravato di energia elettrica, e nell’altro come concorso in una truffa sul web. Protagonisti, un agricoltore di Oria,  e tre soggetti di Ostuni.

Oria. Furto di energia elettrica-2Ad Oria, sono stati i carabinieri dell’Arma locale assieme ad una squadra di tecnici Enel ad effettuare un sopralluogo nelle campagne di contrada Mattere, dove era evidente un allaccio diretto dell’impiato di una casa colonica alla rete pubblica, tramite un cavo da 2x10 millimetri, che condeuceva ad un by-pass realizzato prima del contatore.

Nel compiere tale operazione, il cavo Enel era stato danneggiato in maniera irreparabile. A tale danno va aggiunta anche l’energia sottratta alla società elettrica, per un nocumento economico di circa 10mila euro. L’agricoltore è stato arrestato in flagranza di reato (procedura obbligatoria), poi rimesso in libertà.

A Ostuni, invece, i carabinieri della stazione di Pezze di Greco hanno identificato e denunciato a piede libero per truffa in concorso F.C. di 58 anni, G.M. di 54 anni e H.M. di 60 anni, i quali avevano messo in vendita sul sito di annunci online Subito.it un obiettivo fotografico al prezzo di 450 euro.

Ma dopo aver in incassato la somma inviata loro tramite bonifico bancario da un operaio bolognese di 35 anni, non hanno spedito l’obiettivo all’acquirente, il quale dopo vani tentativi di recuperare i soldi ha denunciato il fatto ai militari della stazione dell’Arma di Bologna-Bertalia. Da qui le indagini che hanno condotto al terzetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento