menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cimitero di S.Pietro Vernotico

Il cimitero di S.Pietro Vernotico

Un cimitero pieno di ladri

SAN PIETRO VERNOTICO - Furti al cimitero anche nei giorni dedicati alla commemorazione dei defunti. Nella giornata di ieri, 2 novembre, da una cappella del cimitero di San Pietro Vernotico, situata nella zona di nuova costruzione, è stata rubata una statuetta della Madonna. Era stata riposta sull'altarino presente nella tomba solo il giorno prima. Ad accorgersi del furto i proprietari, questa mattina, quando sono andati a fare visita alla loro congiunta scomparsa solo tre settimane fa.

SAN PIETRO VERNOTICO - Furti al cimitero anche nei giorni dedicati alla commemorazione dei defunti. Nella giornata di ieri, 2 novembre, da una cappella del cimitero di San Pietro Vernotico, situata nella zona di nuova costruzione, è stata rubata una statuetta della Madonna. Era stata riposta sull'altarino presente nella tomba solo il giorno prima. Ad accorgersi del furto i proprietari, questa mattina, quando sono andati a fare visita alla loro congiunta scomparsa solo tre settimane fa.

Non è la prima volta che il camposanto sanpietrano viene depredato da ignoti ladri, frequenti sono anche gli scippi e le razzie di fiori, oggetti, detersivi, scope e vasi. Tutto viene consumato in pieno giorno. Le lamentele a riguardo sono all'ordine del giorno. Molto spesso, però, non si concretizzato in denunce. Quando i furti vengono perpetrati nei giorni dedicati ai defunti, però, lo sdegno e la rabbia si amplificano.

La statuetta rubata tra ieri e oggi era stata depositata solo il giorno precedente, con tutta probabilità all'ignoto malfattore non è sfuggita la scena ed ha agito quando la cappella è rimasta incustodita. Del furto sono stati informati i carabinieri della locale stazione ma non è ancora stata sporta regolare denuncia contro ignoti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento