rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca Ostuni

Un coro di appelli, da Ostuni a Urbino: “Raffaele fatti sentire”

OSTUNI - Da Ostuni a Urbino, passando per Teramo. Proseguono a tutto campo le ricerche di Raffaele Barletta: il ventunenne studente ostunese scomparso da casa sabato scorso e da allora svanito nel nulla. Ad una settimana dalla sua “fuga” senza un perché, familiari, parenti non perdono la speranza di rintracciarlo, di stabilire un contatto con il giovane, per comprendere se stia bene e se tale allontanamento sia il frutto della sua lucida volontà oppure la conseguenza di uno stato d’animo poco sereno.

OSTUNI - Da Ostuni a Urbino, passando per Teramo. Proseguono a tutto campo le ricerche di Raffaele Barletta: il ventunenne studente ostunese scomparso da casa sabato scorso e da allora svanito nel nulla. Ad una settimana dalla sua ?fuga? senza un perché, familiari, parenti non perdono la speranza di rintracciarlo, di stabilire un contatto con il giovane, per comprendere se stia bene e se tale allontanamento sia il frutto della sua lucida volontà oppure la conseguenza di uno stato d?animo poco sereno. In queste ore si susseguono gli appelli. A partire dal padre del ragazzo: ?Raffaele, ti supplico, torna a casa. Ti aspettiamo tutti a braccia aperte?.

Ricerche intense non soltanto a Ostuni. Ma anche a Teramo (centro dove sino a qualche anno fa Raffaele ha vissuto, frequentando un corso universitario di Veterinaria) e a Urbino. La città delle marche è tappezzata da una nota di ricerca che riguarda la scomparsa dello studente ostunese. Soprattutto gli ambienti che Barletta frequentava più assiduamente. Attraverso le locandine si invita chiunque abbia notizie di contattare immediatamente la più vicina questura o caserma dei carabinieri.

Cresce, dunque, la preoccupazione per Raffaele Barletta, iscritto al secondo anno della facoltà di Psicologia dell'Università di Urbino e residente al Collegio ?La Vela?, chiuso dai primi giorni di luglio per le vacanze. Raffaele che è tornato a Ostuni dopo la chiusura estiva del collegio aveva preso alloggio in una villetta nella periferia di Urbino. Il ragazzo, capelli corti e castani, alto 1,78 centimetri non dà sue notizie da sabato scorso, quando è uscito di casa intorno alle 19 alla guida della sua Hunday Getz celeste. Indossava una maglietta ?Lacoste? viola, un paio di ?Hoogan?. In tasca mille euro.

A Urbino si sono attivate le forze dell?ordine e gli amici dello studente ma per il momento nessuno è in grado di fornire elementi sulla presenza o meno di Raffaele nella città ducale. E? stato anche costituito un gruppo su Facebook. E proprio attraverso internet la sorella Ilaria è in contatto con gli studenti universitari di corso ed amici di Raffaele, nella speranza che il fratello maggiore ritrovi il desiderio di comunicare con i famigliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un coro di appelli, da Ostuni a Urbino: “Raffaele fatti sentire”

BrindisiReport è in caricamento