Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Un etto di hascisc nel lampadario

BRINDISI – Cento grammi di hashish nascosti nel lampadario della cucina e per lui scattano le manette.

BRINDISI - Cento grammi di hashish nascosti nel lampadario della cucina e per lui scattano le manette. In carcere con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti nella serata di ieri ci è finito il 47enne brindisino Paolo Chiarella. L'arresto è stato operato dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni e della compagnia di Brindisi, nell'ambito di servizi finalizzati al contrasto del fenomeno dell'uso e spaccio della droga.

Paolo Chiarella è finito nella rete dei controlli dei carabinieri della compagnia di San Vito, al comando del capitano Ferruccio Nardacci, perchè nel tardo pomeriggio di ieri è stato notato aggirarsi per le vie di San Vito in compagnia di alcuni tossicodipendenti del posto.

Un controllo alla targa della sua auto ha permesso di accertare che quell'automobilista che avvicinava gli assuntori sanvitesi aveva precedenti in materia di spaccio. È così che i militari hanno deciso di seguirlo fino a Brindisi e di perquisirlo. Tutte le intuizioni si sono rivelate fondate, a casa del 47enne c'erano cento grammi di hashish.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un etto di hascisc nel lampadario

BrindisiReport è in caricamento