rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Un fermo a Brindisi dopo il furto di due Suv Mercedes. Recuperate le auto, rubate a Surbo

BRINDISI – Grazie al localizzatore satellitare è andato a monte il furto di due Suv Mercedes Sl, compiuto alle 2 del mattino di oggi ai danni della concessionaria Cam Srl nella zona industriale di Surbo. Una delle auto è stata rintracciata dalla polizia nei pressi del ponte di Bozzano, a Brindisi, e un appostamento ha consentito il fermo per ricettazione di Gianluca Lorè di 28 anni, che era andato a prelevare la vettura attorno alle 17. L’altra costosa vettura è stata rinvenuta invece in via del Mare, nei pressi dell’Hotel L’Approdo. Le indagini sono state condotte dalle squadre mobili di Brindisi e Lecce.

BRINDISI - Grazie al localizzatore satellitare è andato a monte il furto di due Suv Mercedes Sl, compiuto alle 2 del mattino di oggi ai danni della concessionaria Cam Srl nella zona industriale di Surbo. Una delle auto è stata rintracciata dalla polizia nei pressi del ponte di Bozzano, a Brindisi, e un appostamento ha consentito il fermo per ricettazione di Gianluca Lorè di 28 anni, che era andato a prelevare la vettura attorno alle 17. L'altra costosa vettura è stata rinvenuta invece in via del Mare, nei pressi dell'Hotel L'Approdo. Le indagini sono state condotte dalle squadre mobili di Brindisi e Lecce.

La mezzanotte era trascorsa da due ore quando il cancello d'ingresso al parcheggio esterno della Cam, che si trova proprio tra la superstrada 613 e lo svincolo per la zona industriale di Surbo, è stato sfondato con l'ausilio di un veicolo utilizzato come ariete. In pochissimi minuti i ladri, quasi sicuramente dotati di centraline elettroniche clonate, hanno avviato il motore della dure Mercedes Sl e sono partiti verso ignota destinazione. I vigilantes. Prima che il furto venisse scoperto sono passate alcune ore, perché il sistema di radio allarme funziona solo per le esposizioni interne, e non per il piazzale. Quindi la Sveviapol non ha potuto fare alcunché.

A furto scoperto, però, la polizia ha potuto seguire le tracce del sistema Gps montato sulle vetture rubate. Una volante della questura di Brindisi ha raggiunto il luogo dove si trovava il primo Suv, presso il ponte di Bozzano. Erano le 13,30 circa. E' cominciato un lungo appostamento da parte della squadra mobile, sino a quando, alle 17, non si è fatto vivo Lorè, bloccato subito dopo aver avviato il motore. Non essendovi alcuna prova che lo stesso abbia partecipato al furto, è stato sottoposto a fermo per ricettazione. Come già detto, la seconda auto è stata recuperata in via del Mare, nella zona del porto.

In serata una nota di ringraziamento di Simone Acquaviva, il quale "anche nella sua qualità di amministratore delegato e legale rappresentante della Cam Ventura Srl, concessionaria Mercedes per Lecce e Brindisi, esprime il più sincero compiacimento, ringraziamento e gratitudine per la brillante ed efficace operazione portata a termine dagli uomini della Questura di Lecce e di Brindisi, e in particolare di quelli della squadra mobile di Lecce e Brindisi che, in pochissime ore dal fatto, hanno consentito di recuperare le due autovetture di grossa cilindrata rubate nottetempo dalla concessionaria di Lecce. L'efficienza e la professionalità con cui è stata condotta l'operazione hanno consentito peraltro di individuare e di assicurare alla giustizia uno dei responsabili del fatto delittuoso. Grazie all'intervento congiunto è stato possibile quindi evitare un ingente danno alla concessionaria".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un fermo a Brindisi dopo il furto di due Suv Mercedes. Recuperate le auto, rubate a Surbo

BrindisiReport è in caricamento