menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'officina e un'auto in fiamme: notte di fuoco a San Pietro Vernotico

Due incendi a poche ore di distanza l'uno dall'altro. Il primo ha interessato un'officina in via Folaga. Il secondo un'Audi in via Vanoni

SAN PIETRO VERNOTICO – Prima un’officina, poi un’auto. I carabinieri indagano su due incendi che la scorsa notte (fra mercoledì 20 e giovedì 21 dicembre) si sono verificati a San Pietro Vernotico, a distanza di poche ore l’uno dall’altro.

Il primo rogo ha interessato l’officina meccanica di proprietà di un 50enne del luogo situata in via Folaga, una stradina periferica che si immette sulla strada per il mare. Le fiamme si sono sviluppate intorno alle 00.40. Diverse persone residenti preso le abitazioni limitrofe hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco. 

Incendio officina San Pietro Vernotico 2-2-2

Sul posto si è recata una squadra di pompieri del comando provinciale di Brindisi, con il supporto di un’autobotte. L’incendio aveva investito un paio di veicoli che si trovavano all’interno dell’officina. Una volta domate le fiamme, i vigili del fuoco, insieme ai carabinieri della locale stazione al comando del maresciallo Maci, hanno ispezionato il locale, per risalire all’origine della combustione.

L’ipotesi più accreditata è che questa vada ricercata nel cortocircuito di un quadro elettrico. Di certo c'è che le fiamme sono partite all'interno del locale, la cui saracinesca era chiusa, al momento dell'arrivo dei vigili del fuoco. Gli stessi intorno alle 2 hanno fatto rientro in caserma. Ma un paio di ore più tardi, alle 4, sono tornati a San Pietro Vernotico, per un incendio auto in via Ezio Vanoni, sempre in una zona periferica, ma dalla parte opposta del paese, rispetto a via Folaga.
 
Qui stava andando in fiamme un’Audi di proprietà di un 40enne, ma in uso a un 30enne, entrambi del posto. Anche in questo caso i rilievi del caso sono stati effettuati dai carabinieri della stazione di San Pietro Vernotico. I militari non hanno riscontrato tracce di dolo, ma non si esclude alcuna ipotesi. Al momento sembra non vi siano legami fra i due episodi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento