Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Via Pastrengo

Un quartiere ridotto a dog-park: cartelli contro gli incivili al Santa Chiara

I residenti del rione Santa Chiara sono stufi di dover fare lo slalom fra le deiezioni canine. Alcuni di loro hanno messo nero su bianco il malcontento collettivo, esponendo in via Pastrengo dei cartelli contro gli incivili. Questi sono stati affissi sulle vetrate della sede dismessa dell'Inpdap, a pochi metri dall'incrocio con via Bezzecca, trasformata in un dog park non autorizzato

BRINDISI – I residenti del rione Santa Chiara sono stufi di dover fare lo slalom fra le deiezioni canine. Alcuni di loro hanno messo nero su bianco il malcontento collettivo, esponendo in via Pastrengo dei cartelli contro gli incivili. Questi sono stati affissi sulle vetrate della sede dismessa dell’Inpdap, a pochi metri dall’incrocio con via Bezzecca, trasformata in un dog park non autorizzato costellato di deiezioni canine.

“Vorremmo sensibilizzare coloro che – hanno scritto gli ideatori di questa iniziativa – portando a passeggio il loro ‘migliore amico’ non si preoccupano Distesa di deiezioni canine in via Pastrengo, e a sinistra una discarica abusiva-2di raccogliere i ricordini che il simpatico quadrupede lascia qua e là lungo i marciapiedi”. “A questo proposito – si legge ancora sul cartello – ricordiamo a costoro che esistono delle palette o degli appositi sacchetti fatte proprio per svolgere questo poco simpatico, ma assai utile, ‘compito’”.

I cittadini del Santa Chiara (così si firmano gli autori dei cartelli) ricordano a questi “campioni di educazione civica” che “la libertà di ciascuno finisce dove inizia quella degli altri”. Per meglio esemplificare il concetto: “La libertà dei proprietari dei cani di far fare la ‘cacca’ al loro animale finisce dove inizia la libertà degli altri cittadini di poter camminare tranquillamente sui marciapiedi ella propria città”. 

Sempre in via Pastrengo, l’inciviltà di alcuni cittadini si intreccia con i disservizi legati alla raccolta differenziata che da mesi affliggono il capoluogo. Già, perché proprio di fronte al "dog-park" campeggia un cumulo di rifiuti. Una vera e propria discarica abusiva in cui spiccano delle sedie, un tavolo e dei pannelli di legno. L’abbandono di mobilia e suppellettili, del resto, non risparmia alcun quartiere. Per le vie urbane capita di trovare anche dei vecchi materassi. E c’è chi, come il cittadino straniero nella foto a corredo dell’articolo, ne approfitta, portandoseli in spalla nel proprio alloggio.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un quartiere ridotto a dog-park: cartelli contro gli incivili al Santa Chiara

BrindisiReport è in caricamento