Un sottopasso sempre più da thriller

BRINDISI - Zero illuminazione, sporcizia a non finire e rischio di allagamenti quando piove. E’ questo ciò che i cittadini possono constatare se decidono di utilizzare il sottopasso di via Appia. L’ennesima struttura comunale, abbandonata al degrado più totale.

Non entrate in quel sottopasso

BRINDISI - Zero illuminazione, sporcizia a non finire e rischio di allagamenti quando piove. E’ questo ciò che i cittadini possono constatare se decidono di utilizzare il sottopasso di via Appia. L’ennesima struttura comunale, abbandonata al degrado più totale. La sera, soprattutto, è assolutamente impraticabile e pericoloso. Nella giornata di ieri le segnalazioni sono state numerose: un gruppo di ragazze, in particolare, spaventate dalla situazione, notando la mancata dell’illuminazione, hanno deciso di cambiare strada, rinunciando a scendere le scale di quel sottopasso.

“E’ veramente uno spettacolo indecoroso – afferma uno dei cittadini che hanno denunciato il problema - . La sera quel sottopasso non si può assolutamente utilizzare, è come se non esistesse. E’ vergognoso. La struttura è eccessivamente sporca, i muri sono rovinati e imbrattati e l’illuminazione è praticamente inesistente. Per non parlare, poi, del controsoffitto completamente rotto e dei calcinacci che ti cadono in testa mentre cammini. Oltre a ripristinare la luce, basterebbe posizionare due telecamere come quelle che ci sono lungo il sottopasso della ferrovia, per impedire a chi si diverte di rovinare l’intera struttura. Come al solito è questione di buona volontà.”

Effettivamente il sottopasso è dotato di un solo lampione che, però, invece di migliorare peggiora la situazione, considerato che emette una luce accecante, impedendo a chi cerca di scendere le scale di vedere cosa e chi c’è sotto. Una situazione pericolosa, un problema che esiste da diverso tempo e che nessuno si preoccupa di risolvere. Brindisi possiede le strutture e le giuste risorse per spiccare il volo, ma spesso, non ci riesce. Ma questa è una storia di sempre. Forse, per andare avanti, basterebbe abbattere un muro, quello della negligenza.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

  • Coronavirus, alto il numero dei decessi in Puglia: sono 52

Torna su
BrindisiReport è in caricamento