rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Un usuraio in famiglia. Blitz e cinque arresti a Grottaglie, vittime anche nel Brindisino

GROTTAGLIE - Anche imprenditori della vicina provincia di Brindisi nel libro mastro dell'ennesimo service usuraio a tassi sino al 180 per cento, scoperto a Grottaglie dai finanziari della compagnia di Martina Franca.

GROTTAGLIE - Anche imprenditori della vicina provincia di Brindisi nel libro mastro dell'ennesimo service usuraio a tassi sino al 180 per cento, scoperto a Grottaglie dai finanziari della compagnia di Martina Franca.

Al centro della ragnatela a gestione quasi interamente familiare un commerciante in pensione, Francesco Lupo di 68 anni, arrestato con altree quattro persone nell'ambito di una indagine in cui appare anche il reato di estorsione. Le ordinanze di custodia cautelare sono state firmate dal gip Patrizia Todisco del tribunale di Taranto.

Lupo è l'unico trasferito in carcere mentre sono ai domiciliari la moglie Cosima Venza, di 49 anni, i fratelli Leonardo e Cosimo Aversa, di 52 e 35 anni, e Ciro Miccoli, di 52 anni. L'indagine, si è avvalsa anche di intercettazioni telefoniche e ambientali, oltre che di documenti e di testimonianze finiti nei verbali della polizia tributaria.

L'attività investigativa è partita dopo la denuncia presentata nell'ottobre del 2009 da un imprenditore che aveva già pagato 180mila euro per un prestito di 50mila euro. Nel network usuraio di Lupo ognuno aveva incarichi specifici. Il giro di affari complessivo superava i 300mila euro, almeno stando ai primi accertamenti.

Parallelamente agli arresti sono stati eseguiti alcuni sequestri conservativi: tre auto, assegni e conti correnti. Tutti gli arrestati rispondono in concorso di associazione per delinquere finalizzata all'usura e all'estorsione. L'organizzazione operava soprattutto nella zona di Grottaglie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un usuraio in famiglia. Blitz e cinque arresti a Grottaglie, vittime anche nel Brindisino

BrindisiReport è in caricamento