Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Latiano

Una denuncia per la lite tra cognati

LATIANO –Non ha voluto far finta di niente Cosimo Sipri, di 28 anni, ferito ieri sera alla testa dal cognato Ervis Gjoka di 27 anni, entrambi albanesi, in una rissa in famiglia, denunciando l’aggressore. Dopo gli accertamenti al pronto soccorso dell’ospedale Perrino di Brindisi i medici hanno stabilito 7 giorni di prognosi per Cosimo Sipri, senza necessità di ricovero per lui, così come per il figlioletto di un anno, in preda, la sera stessa della rissa, ad una crisi epilettica. Entrambi sono ritornati a casa nella serata di ieri.

LATIANO -Non ha voluto far finta di niente Cosimo Sipri, di 28 anni, ferito ieri sera alla testa dal cognato Ervis Gjoka di 27 anni, entrambi albanesi, in una rissa in famiglia, denunciando l'aggressore. Dopo gli accertamenti al pronto soccorso dell'ospedale Perrino di Brindisi i medici hanno stabilito 7 giorni di prognosi per Cosimo Sipri, senza necessità di ricovero per lui, così come per il figlioletto di un anno, in preda, la sera stessa della rissa, ad una crisi epilettica. Entrambi sono ritornati a casa nella serata di ieri.

Una brutta vicenda, aperta e quasi chiusa, in famiglia, fra albanesi. I motivi della discussione prima e le mazzate poi, sono futili e di ambito familiare, hanno commentato gli stessi autori della rissa ai carabinieri di Latiano. Ieri sera intorno le 19 in via Risorgimento 4, abitazione di Ervis Gjoka insieme alla moglie (sorella di Sipri), sono nati i primi battibecchi con il cognato, Cosimo Sipri, anche lui in compagnia della moglie e del figlioletto A.S. di undici mesi.

Ad un certo punto la lite degenera e i due uomini albanesi iniziano a darsele di santa ragione. Volano schiaffi, pugni, calci, di tutto e di più. Le due donne hanno cercato di sedare gli animi dei rispettivi mariti ma senza risultati. Ad un certo punto Ervis Gjoka, afferra un'arma in mano, sicuramente una mazza di legno, e rompe la testa al cognato che inizia a perdere sangue.

Il piccoletto, figlio del ferito, inizia a non sentirsi bene: una crisi epilettica hanno accertato i sanitari del 118, accorsi sul posto proprio per soccorrere il bambino ma poi si sono trovati di fronte anche Cosimo Sipri che perdeva sangue dal capo. Anche la squadra del 118 ha dovuto prodigarsi per calmare gli animi dei due che continuavano a cercarsi e darsele, in attesa dell'arrivo dei carabinieri della stazione di Latiano. Padre e figlio vengono subito trasportati verso il nosocomio brindisino per le cure necessarie.

Ma Ervis Gjoka era oramai su tutte le furie, infatti ha continuato a litigare, pochi minuti dopo e alla presenza dei carabinieri, con un altro cognato, sempre fratello alla moglie. Questa volta però la lite è avvenuta in strada. Alla fine il 27enne è stato portato in caserma a Latiano per chiarire la vicenda, e contro di lui, da parte del cognato finito in ospedale, è partita una denuncia per percosse.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una denuncia per la lite tra cognati

BrindisiReport è in caricamento