rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Una Mercedes imbottita di marijuana

BRINDISI – Venti pacchi di marijuana del peso complessivo di 25 chili sono stati trovati e sequestrati dagli agenti della Polmare in servizio nell'area doganale del porto di Brindisi, nell'ambito di un servizio di contrasto del traffico di sostanze stupefacenti. Arrestati i due corrieri, due cittadini albanesi di 20 e 34 anni.

BRINDISI ? Venti pacchi di marijuana del peso complessivo di 25 chili sono stati trovati e sequestrati dagli agenti della Polmare in servizio nell'area doganale del porto di Brindisi, nell'ambito di un servizio di contrasto del traffico di sostanze stupefacenti. Arrestati i due corrieri, due cittadini albanesi di 20 e 34 anni, rispettivamente Enel Aliaj e Artur Xhanaj, incensurati. Sono accusati di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Si tratta, da quanto ritiene lo stesso dirigente della Polizia di Frontiera di Brindisi, Salvatore De Paolis, del più grosso carico di marijuana sbarcato nel 2013 (altra cosa sono gli sbarchi notturni lungo le coste ad opera di scafisti delle organizzazioni criminali balcaniche).

La droga era nascosta nel doppiofondo ricavato nel pianale di una vecchia Mercedes 300D di colore scuro sbarcata ieri mattina dalla motonave Catania della Grimaldi, proveniente da Igoumenitsa (video). Al momento del controllo alla guida del veicolo c'era il 20enne Enel Aliaj, il suo passeggero, forse sulla base di un piano studiato a tavolino, subito dopo l'arrivo nel porto di Brindisi aveva lasciato il traghetto e si era diretto a piedi al terminal ?Il mondo? situato all'esterno del varco portuale di Costa Morena Ovest per passare i controlli da semplice passeggero.

Il comportamento nervoso del conducente della Mercedes ha indotto il personale della Polmare a eseguire un'ispezione più accurata nella vettura, non ci è voluto molto per trovare la droga. L'automobilista è stato bloccato e dai successivi ed immediati controlli è emerso che la traversata l'aveva fatta insieme a un altro suo connazionale, appunto il 34enne giò allontanatosi. I due sono finiti in manette. I primi sospetti sul destinatario del carico erano caduti su un soggetto italiano, ma nella tarda serata di ieri le indagini hanno dato esito negativo.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una Mercedes imbottita di marijuana

BrindisiReport è in caricamento