rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Oria

Una soffiata brucia il narco-falegname

ORIA - “Casa e bottega”, ma della droga e delle pallottole. E due insospettabili fratelli falegnami di Oria finiscono nei guai, dopo essere stati trovati in possesso di quasi un chilo e mezzo di droga e duecento cartucce che scottano. Il materiale è spuntato fuori durante un controllo nato da una segnalazione anonima al 112, dopo aver notato strani movimenti.

ORIA - ?Casa e bottega?, ma della droga e delle pallottole. E due insospettabili fratelli falegnami di Oria finiscono nei guai, dopo essere stati trovati in possesso di quasi un chilo e mezzo di droga e duecento cartucce che scottano. Il materiale è spuntato fuori durante un controllo nato da una segnalazione anonima al 112, dopo aver notato strani movimenti.

A tradire i due fratelli il loro particolare nervosismo alla vista dei militari del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Francavilla Fontana ? guidato dal tenente Simone Clemente -, che sono piombati sul posto dopo la segnalazione iniziando ad indagare. L?atteggiamento dei due ha fatto scattare le perquisizioni e l'arresto in flagranza di reato Rocco Santese, 46 anni. Denunciato  a piede libero il fratello Cosimo, di 39 anni. Entrambi rispondono del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di munizionamento e ricettazione.

I militari hanno eseguito una perquisizione presso la falegnameria di Santese estesa poi alle abitazioni dei due. Le perquisizioni hanno consentito di trovare e sottoporre a sequestro 1 chilo e 200 grammi di eroina e 130 grammi di cocaina, già confezionate in dosi di vario taglio, due bilancini di precisione e strumenti vari per il taglio e confezionamento della droga, tre flaconi di metadone, 200 cartucce calibro 9x21 e 2 cartucce calibro 7.65, tutte illegalmente detenute.

In particolare l'eroina è spuntata fuori da un borsone nascosto nei pressi delle macchine operatrici. Le cartucce, contenute in una busta, erano sepolte sotto una catasta di giornali. Da qui l'arresto disposto dal pm Francesco Bretone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una soffiata brucia il narco-falegname

BrindisiReport è in caricamento