Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

“Una spiaggia da sogno per i brindisini”: ecco il progetto per cala Materdomini

Una spiaggia libera con un chiosco, docce, servizi igienici e passerelle di legno sorgerà là dove ora regnano i ruderi del vecchio stabilimento balneare della Marina Militare. Il progetto di restyling di cala Materdomini (ex spiaggia della Marina) è stato presentato stamani dal sindaco di Brindisi, Mimmo Consales e dall'assessore Luperti

BRINDISI – Una spiaggia libera con un chiosco, docce, servizi igienici e passerelle di legno sorgerà là dove ora regnano i ruderi del vecchio stabilimento balneare della Marina Militare. Il progetto di restyling di cala Materdomini (ex spiaggia della Marina) è stato presentato stamani dal sindaco di Brindisi, Mimmo Consales e dall’assessore comunale all’urbanistica, Pasquale Luperti. 

L’intervento riguarda l’area compresa fra le macerie dell’ex locale notturno Estoril e lido “Spiaggia del sole”, lungo il prolungamento di via Gli effetti dell'erosione sulla spiaggia a Cala Materdomini-2Materdomini. Un terreno di circa un ettaro, passato nel 2014 nella sfera patrimoniale del Comune grazie a un accordo con la Marina Militare e l’agenzia del demanio, verrà messo a disposizione dei cittadini, che non dovranno spendere un solo euro per tuffarsi in uno degli specchi d’acqua più suggestivi della litoranea a nord del capoluogo (nella foto a destra, cala Materdomini oggi)

L’opera di riqualificazione costerà un milione 300mila euro. Un milione verrà reperito dall’amministrazione comunale attraverso un mutuo. La restante parte della spesa verrà coperta con uno stanziamento della Regione Puglia. 

Ma come cambierà cala Materdomini? Il progetto elaborato dai tecnici del Comune di Brindisi prevede la realizzazione di decine di spazi per la posa degli ombrelloni. Dalle slide illustrate stamani dal responsabile del procedimento, l’architetto Giuseppe Casuccio, si vedono anche dei gazebo che verranno posizionati su una pedana di legno. Non ci sarà traccia di cemento. Anche la struttura di ingresso prevista all’ingresso della spiaggia sarà lignea. Da sinistra, Marina Mautarelli, Giuseppe Casuccio, Pasquale Luperti e il sindaco Consales-2Verranno inoltre realizzati: un chiosco da adibire a bar, spogliatoi, toilette, docce, una vasta area parcheggi. L’ex Estoril e gli alloggi un tempo destinati agli ufficiali della Marina militare, verranno rasi al suolo.

La parte più complessa consiste nella predisposizione di una serie di barriere soffolte di cemento per rallentare i flussi della marea. Tale procedimento andrà assoggettato alla Via (valutazione di impatto ambientale): un passaggio che potrebbe comportare anche un allungamento dei tempi di realizzazione dei lavoro. A tal proposito, Giuseppe Casuccio ha affermato che la spiaggia, da cronoprogramma, dovrebbe essere pronta entro il novembre-dicembre del 2015. 

“Le pratiche per la convocazione della conferenza dei servizi (prevista entro metà gennaio, ndr) e la richiesta di Via – afferma lo stesso Casuccio – sono state avviate. A fine febbraio, se non vi saranno prescrizione riguardanti la ViaACCamera_4GIORNO3-2, saremo pronti ad approvare e pubblicare il bando di gara, avente come oggetto un appalto integrato. A fine giugno speriamo di iniziare i lavori. A quel punto, la ditta appaltatrice avrà a disposizione 210 giorni per completarli”. 

E l’assessore Luperti, fra il serio e i faceto, si è assunto pubblicamente l’impegno di inaugurare la spiaggia con un tuffo nelle gelide acque autunnali. “Il primo bagno – afferma ironicamente Luperti – sarà quello di Capodanno”. L’assessore e il sindaco hanno assicurato che la spiaggia resterà pubblica. “Si tratta – dichiara Luperti – di un passo importante per la città. Non è un progetto scritto nel libro dei sogni, ma una qualcosa di concreto, che diverrà reale. Grazie a questo progetto, la litoranea sarà più sicura. I ladri e i teppisti non avranno più vita facile” (nella foto a destra, una foto tratta dal rendering di cala Materdomini).

La nuova spiaggia di cala Materdomini dovrà poi integrarsi con l’area del castello Alfonsino, al centro di un progetto di riqualificazione e rigenerazione che vede impegnata l’associazione Mecenate 90. Su questo fronte, però, non si registrano ancora novità degne di nota. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Una spiaggia da sogno per i brindisini”: ecco il progetto per cala Materdomini

BrindisiReport è in caricamento