rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Mesagne

Un'altra donna guida la polizia a Mesagne

MESAGNE - Resta una donna a dirigere il commissariato della Polizia di Stato di Mesagne: è il vicequestore Rosalba Cotardo, che passa dall'Ufficio personale della questura ad un impegnativo compito di presidio della legalità in una cittadina non ancora liberata dalla presenza dei fenomeni criminosi generati dalla Scu.

MESAGNE - Resta una donna a dirigere il commissariato della Polizia di Stato di Mesagne: è il vicequestore Rosalba Cotardo, che passa dall'Ufficio personale della questura ad un impegnativo compito di presidio della legalità in una cittadina non ancora liberata dalla presenza dei fenomeni criminosi generati dalla Scu, ma dotata di sufficiente tradizione democratica per resistere e reagire.

La dottoressa Cotardo, che lascia un ricordo di funzionario competente e cortese tra i suoi oramai ex collaboratori, prende il posto della collega Sabrina Manzone, che ha lavorato per molti anni a Mesagne, commissariato che come tanti - pur operando in una realtà strategica - sconta una penuria di uomini e mezzi più volte denunciata dai sindacati di polizia.

Ciò malgrado, il commissariato di Mesagne ha condotto e sta conducendo importanti indagini ottenendo rilevanti risultati. Sabrina Manzone va a dirigere la squadra mobile di Lecce con una esperienza di polizia giudiziaria nel settore della criminalità organizzata che la sosterrà nel nuovo incarico nella questura del capoluogo salentino.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'altra donna guida la polizia a Mesagne

BrindisiReport è in caricamento