Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Erchie

Quattro anni di abusi sessuali e maltrattamenti: finito l'incubo di una donna

Emessa ordinanza di custodia cautelare per i reati di violenza sessuale aggravata e maltrattamenti in famiglia a carico di un 47enne di Erchie. La donna denunciò l'ex marito nel luglio 2016 dopo l'ennesima aggressione

ERCHIE – E’ durato quattro anni l’incubo di una donna finita nella morsa di un marito violento, che in più circostanze l’avrebbe costretta a rapporti sessuali contro la sua volontà, oltre ad aggredirla verbalmente e fisicamente. L’incubo è finito ieri sera (3 marzo), quando i carabinieri della compagnia di Francavilla Fontana al comando del capitano Nicola Maggio hanno eseguito a carico del marito violento, un 47enne di Erchie, un’ordinanza di custodia cautelare in regime di domiciliari emessa dal gip del tribunale di Brindisi, Tea Verderosa, su richiesta del pm Pierpaolo Montinaro.

L’uomo è accusato di violenza sessuale aggravata e maltrattamenti in famiglia. Il magistrato ha contestato all’indagato anche lo stalking, ma tale ipotesi di reato è stata assorbita nell’ambito dei maltrattamenti in famiglia.

La malcapitata si presentò nel luglio 2016 in caserma, dopo l’ennesimo atto di violenza, per denunciare l’uomo, dal quale nel frattempo si è separata.  I militari del Norm al comando del tenente Roberto Rampino avviarono subito una meticolosa attività investigativa per dare dei riscontri oggettivi a quanto riferito dalla vittima.

Il quadro delineato dagli atti acquisiti e dalle testimonianze raccolte dai carabinieri è desolante. Numerosi i casi di violenza sessuale, gli insulti le percosse e le lesioni subite dalla donna nel corso del tempo.

Le condotte vessatorie e violente hanno portato la donna a temere per la propria vita costringendola, dopo l’ennesimo episodio violento, dove era stata costretta con la forza a subire atti sessuali, a denunciare il tutto. I maltrattamenti in famiglia si sono concretizzati in maltrattamenti in violenze e vessazioni, sia fisiche che psicologiche e atti persecutori, mediante pedinamenti e molestie anche a mezzo sms.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro anni di abusi sessuali e maltrattamenti: finito l'incubo di una donna

BrindisiReport è in caricamento