Cronaca

Uomo bruciato, autopsia domani

BRINDISI – Sarà eseguita domani mattina alle otto l'autopsia sul corpo dell'imprenditore agricolo brindisino Damiano De Fazio di 51 anni, deceduto all'alba di oggi per le ustioni riportate in seguito a un attentato incendiario nei suoi confronti. Il 51enne è spirato nel reparto Grandi Ustionati dell'ospedale Perrino di Brindisi dove era stato ricoverato intorno alla mezzanotte di mercoledì scorso, giorno di Santo Stefano.

BRINDISI - Sarà eseguita domani mattina alle otto l'autopsia sul corpo dell'imprenditore agricolo brindisino Damiano De Fazio di 51 anni, deceduto all'alba di oggi per le ustioni riportate in seguito a un attentato incendiario nei suoi confronti. Il 51enne è spirato nel reparto Grandi Ustionati dell'ospedale Perrino di Brindisi dove era stato ricoverato intorno alla mezzanotte di mercoledì scorso, giorno di Santo Stefano.

Nel pomeriggio di oggi il pubblico ministero titolare delle indagini, Luca Buccheri, ha conferito l'incarico dell'esame autoptico al medico legale Antonio Carusi e domani mattina le dinamiche dell'agguato all'agricoltore e le modalità con cui gli è stata data la morte in maniera orrenda potrebbero essere più chiare.

Inoltre si potrà stabilire se prima che gli fosse dato fuoco, Damiano De Fazio è stato picchiato per ridurlo all'impotenza. Il medico-legale vedrà il corpo di De Fazio solo domattina alle otto e prima di allora non ritiene di poter avanzare alcuna ipotesi.

Intanto per tutta la giornata di oggi gli agenti del commissariato di Mesagne e gli uomini della Squadra mobile di Brindisi hanno interrogato altri testimoni , dopo aver ascoltato ieri coloro con cui Damiano De Fazio ha avuto a che fare dal pomeriggio di mercoledì scorso fino alla mezzanotte dello stesso giorno.

Gli investigatori cercano tre uomini di Carovigno. E li cercano perchè la stessa vittima di questa brutale esecuzione prima di perdere completamente conoscenza ha lasciato precise indicazioni ai primi soccorritori. De Fazio è stato trovato alle 23.45 del 26 dicembre in contrada Epifanio a Mesagne da una guardia giurata dell'istituto di vigilanza Vigilnova, era completamente avvolto dalle fiamme ma cosciente.

Agli agenti del commissariato di polizia di Mesagne e ai primi soccorritori avrebbe mormorato che a ridurlo in quelle condizioni erano stati tre uomini di Carovigno, il paese dove l'imprenditore agricolo ha una relazione da 15 anni con una donna dalla quale ha avuto anche un figlio. La sua famiglia d'origine (la moglie e altri figli), invece, vive in una villetta in contrada Palmarini a Brindisi.

Sempre da quanto hanno potuto ricostruire i poliziotti sarebbe stata la sua compagna di Carovigno a prelevarlo dalla casa di Brindisi nel pomeriggio del 26 dicembre scorso. Lo avrebbe accompagnato a Mesagne dove De Fazio intrattiene rapporti di lavoro con diversi soggetti. Come e perché sia finito poche ore dopo nelle campagne sulla provinciale per Serranova ridotto a una torcia umana resta un mistero.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo bruciato, autopsia domani

BrindisiReport è in caricamento