rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Urbanistica, anche Karrer lascia: “Non c’era più il clima, meglio fermarsi”

Dopo le indiscrezioni, il docente dell’Università La Sapienza conferma la rinuncia all’incarico per la redazione del Pug: “Decisione di mesi fa assunta con serenità, il Comune potrà fare altre scelte di lungo periodo”. L’Ente ora alla ricerca un altro professionista: compenso inserito nel bilancio di previsione, ma il piano è in ritardo. Pende il processo dopo l’addio di Goggi

BRINDISI – “Non c’era più il clima per proseguire nella redazione del Pug: la cosa migliore da fare, per me e per lo stesso Comune di Brindisi, era fermarsi. E l’ho fatto mesi fa rinunciando all’incarico in maniera serena com’è nelle mie abitudini, per cui l’Amministrazione ora potrà adottare le scelte di lungo periodo che ritiene più adatte per lo sviluppo della città”.

Giorgio GoggiParla per la prima volta della fine della storia, l’architetto Francesco Karrer, già ordinario di Urbanistica all’università La Sapienza di Roma, nonché ex presidente del Consiglio superiore dei Lavori Pubblici. Il docente romano, professionista di fama nazionale, ha rinunciato all’incarico per la redazione del piano urbanistico generale che l’Amministrazione, durante il governo di centro sinistra con il Pd e Mimmo Consales sindaco, gli affidò il 28 settembre 2015, dopo la burrascosa interruzione dei rapporti con il professore Giorgio Goggi (foto accanto) oggetto di un processo civile e di una inchiesta penale. Perché il Comune e il professionista milanese dopo le denunce incrociate sulla responsabilità relativa all’interruzione della collaborazione, hanno avanzato richieste di risarcimento danni: l’Ente ha chiuso il conto a cinque milioni e 132mila euro a titolo di ristoro per il ritardo nella redazione del piano urbanistico generale, con conseguenze sullo sviluppo della città e sul fronte della lesione dell’immagine dell’Istituzione e Goggi ancor prima, aveva chiesto 246mila euro.

Guerra su tutta la linea, quindi, destinata ad andare avanti nel tempo. Nessun contenzioso, invece, nella rottura tra il Comune e Karrer poiché in questo caso la parola fine è arrivata al termine di un confronto che lo stesso architetto romano definisce sereno. Si dice sorpreso che sia una notizia la sua rinuncia. “La mia decisione risale a mesi fa”, spiega al telefono. Intanto va ricordato che l’incarico al docente era stato congelato durante la gestione commissariale del Palazzo, affidata a Cesare Castelli, in corrispondenza dell’avvio dell’inchiesta della Procura sui settori Urbanistica e Lavori Pubblici. Castelli preferì fermare tutto in attesa dell’insediamento della nuova Amministrazione. Con l’elezione di Angela Carluccio, i rapporti con Karrer sono ripresi.  

Per quale motivo il docente ha deciso di interrompere i rapporti con il Comune? “Era la cosa migliore da fare, visto che l’Amministrazione ha ritenuto di fare altre scelte”, risponde. “Io mi sono limitato a fare il mio fornendo un contributo, sul lungo periodo l’Ente adesso è libero di andare avanti come meglio crede. Non aveva senso proseguire, di conseguenza in tutta serenità ho rinunciato comunicandolo per iscritto”.

Angela Carluccio 2-2-3Già, ma di quella lettera recapitata a Palazzo di città, la nuova Amministrazione con in testa la sindaca Angela Carluccio, non ha mai dato comunicazione, restando silente di fronte ai consiglieri di opposizione che chiedevano spiegazioni per capire a che punto fosse il Pug. Eppure quella missiva è tornata d’attualità in questi giorni perché stata posta ufficialmente in discussione la necessità di riattivare la redazione del Pug, con ricerca di un nuovo professionista, il cui compenso dovrà trovare posto nel bilancio. Si apprende, sempre da Palazzo di città, che proprio oggi è stato presentato il “Dup”, vale a dire il documento unico di programmazione propedeutico alla presentazione del bilancio di previsione per il 2017, il primo per la Giunta centrista, in ritardo rispetto a quanto stabilito dalle disposizioni di legge. Tanto che c’è la diffida del prefetto. Di conferimento incarico per il Pug, a quanto pare, c’è traccia in quel documento. In ogni caso, sembra evidente che i tempi per la consegna del Piano urbanistico generale non sono brevi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urbanistica, anche Karrer lascia: “Non c’era più il clima, meglio fermarsi”

BrindisiReport è in caricamento