menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Urbanistica e Lavori Pubblici, Finanza di nuovo al Comune di Brindisi

Si allarga l'inchiesta dopo la proroga notificata all'ex dirigente Lacinio, stamattina acquisizione di documenti nell'inchiesta che lo scorso maggio portò alle perquisizioni nelle abitazioni dell'ex assessore e del funzionario e nella sede della Tps di Perugia: Cillarese, Cala Materdomini, Shuttle e incarichi diretti

BRINDISI – Nuova acquisizione di documenti negli uffici Lavori Pubblici e Urbanistica del Comune di Brindisi, dopo la proroga delle indagini notificata al dirigente Fabio Lacinio, ex responsabile del settore Assetto del Territorio: questa mattina i finanzieri sono tornati a Palazzo di città e nella sede di via Casimiro per raccogliere altri atti su delega del pm inquirente, sui progetti e sugli affidamenti diretti per il Cillarese, lo Shuttle e Cala Materdomini.

Il pm Iolanda Daniela ChimientiI militari del Nucleo di polizia Tributaria si sono presentati attorno alle 10, in borghese per non dare nell’occhio ed evitare il clamore mediatico che di solito accompagna visite di questo genere. Niente da fare: la notizia dell’arrivo dei finanzieri è trapelata ugualmente. Quel che, invece, resta coperto dal segreto istruttorio è cosa abbiano chiesto i finanzieri quando sono arrivati nelle ripartizioni Urbanistica e Lavori Pubblici, già visitate nei mesi scorsi quando vennero acquisite copie degli atti sugli incarichi affidati in relazione ai progetti dello Shuttle di collegamento tra la stazione ferroviaria e l’aeroporto, di Cala Materdomini con la riqualificazione che avrebbe dovuto portare alla prima spiaggia pubblica della città e del Cillarese con i capannoni ex Saca, candidati di recente al bando nazionale per le periferie. Tutti accompagnati da polemiche sul fronte politico-amministrativo.

Le ipotesi di reato restano quelle iniziali di falso e  turbata libertà nella scelta del contraente. La notizia dell’inchiesta sull’Urbanistica venne a galla lo scorso 26  maggio, quando i militari su delega del sostituto procuratore Daniela Jolanda Chimienti (nella foto), eseguirono perquisizioni tra Comune di Brindisi e abitazioni dello stesso dirigente Fabio Lacinio e dell’ex assessore titolare della delega all’Urbanistica Pasquale Luperti, nonché nell’ufficio dell’architetto Teodoro Indini, funzionario della ripartizione Urbanistica e nella sede della società Tps di Perugia, dove furono trovati documenti sullo shuttle. Furono perquisiti anche ufficio e abitazione dell’architetto Luigi Dell’Atti, progettista di Cala Materdomini.

urbanistica e lavori pubblici via casimiro-2La Procura, di recente, avrebbe avviato anche accertamenti sugli incentivi riconosciuti dal Comune di Brindisi ai funzionari interni per i lavori di progettazione per fugare il sospetto che qualcuno sia stato solo firmato e non invece effettivamente redatto, con conseguente indebita percezione di “premi” previsti dalle disposizioni di legge. Il pubblico ministero Jolanda Daniela Chimienti,  lo scorso 6 giugno, ha disposto una perizia sul  server della ripartizione Urbanistica del Comune di Brindisi, evidentemente considerato di notevole interesse tenuto conto della mole di file presenti che raccontano il lavoro svolto spesso in collaborazione con l’ufficio Lavori Pubblici. 

Le foto degli uffici Lavori Pubblici e Urbanistica sono di Salvatore Barbarossa

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento