menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Valentina Zaccaria

Valentina Zaccaria

Valentina non ce l'ha fatta

FRANCAVILLA FONTANA – Il suo cuore ha smesso di battere la notte scorsa dopo che alle 19 di ieri i sanitari del reparto di rianimazione dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce avevano dichiarato la morte cerebrale. Dopo il nulla osta del pubblico ministero di turno, intorno alle 12,30 di questa mattina la salma di Valentina Zaccaria è stata portata a casa, al civico 151 di via Caroli a Francavilla Fontana. Ad attenderla il papà Cosimo e le sorelline Clarissa e Agnese di 17 mesi e 12 anni.

FRANCAVILLA FONTANA - Il suo cuore ha smesso di battere la notte scorsa dopo che alle 19 di ieri i sanitari del reparto di rianimazione dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce avevano dichiarato la morte cerebrale. Dopo il nulla osta del pubblico ministero di turno, intorno alle 12,30 di questa mattina la salma di Valentina Zaccaria è stata portata a casa, al civico 151 di via Caroli a Francavilla Fontana. Ad attenderla il papà Cosimo e le sorelline Clarissa e Agnese di 17 mesi e 12 anni.

La mamma Maria Giovanna Di Giuseppe di 36 anni, invece, l'ha già accolta in cielo. Valentina era l'ultima superstite di un tragico incidente che si è verificato il 28 novembre scorso sulla strada che collega Ceglie Messapica a Francavilla Fontana dove persero la vita la sua mamma, la sua amica del cuore e compagna di banco Marisabel Di Castri, la mamma di quest'ultima Anita Capobianco di 42 anni e il 59enne di Ceglie Giancarlo Rogoli.

Domani alle 15,30 don Rocco Leo, celebrerà i suoi funerali presso la chiesa dei "Sette dolori". Il corteo funebre, curato dall'agenzia "La Fiducia" partirà dalla casa della ragazza, accompagnato dalla banda così come è stato per i funerali delle altre tre donne. Valentina e Marisabel erano amiche per la pelle, unite fin dalla nascita, il loro profilo Facebook è pieno di fotografie che le ritraggono insieme in diversi momenti della giornata. Valentina da qualche tempo aveva un ragazzo, Domenico, anche lui distrutto dal dolore.

Le due ragazze avevano deciso di condividere il percorso di studi, frequentavano entrambe la sede di Ceglie Messapica dell'Istituto per i servizi sociali collegato all'Istituto Agostinelli e martedì 28 novembre, insieme alle loro mamme tornavano a casa dopo le lezioni. Da poco prima c'era stata una tromba d'aria a Taranto che aveva fatto ribaltare il camion condotto dal papà di Marisabel, l'uomo era rimasto illeso. Le due mamme avevano deciso di prendere personalmente le figlie da scuola.

La vettura su cui viaggiavano, una Fiat Punto, all'altezza di contrada Bax, però, si scontrò frontalmente con una Citroen C3 condotta dal 59enne di Ceglie Messapica. Valentina fu l'unica estratta in vita ma in condizioni critiche, fu trasportata d'urgenza in ospedale a Brindisi, poi fu ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove ha combattuto per la vita fino a quando ieri sera i medici non hanno dichiarato la morte cerebrale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

  • Attualità

    Presentato "Take It Slow", il turismo che unisce esperienze e comunità

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento