Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / Via Bovio

Vampata in armeria a causa di una sigaretta: gravi ustioni per il marito della titolare

Probabilmente si è acceso una sigaretta vicino al macchinario utilizzato per confezionare le cartucce e una sfiammata dovuta alla presenza di polvere da sparo lo ha travolto in pieno. Il 44enne F.G., marito della titolare di un’armeria situata in via Bovio, nel centro di San Donaci, si trova ricoverato in prognosi riservata presso il centro Grandi ustionati dell’ospedale Perrino

SAN DONACI – Probabilmente si è acceso una sigaretta vicino al macchinario utilizzato per confezionare le cartucce e una sfiammata dovuta alla presenza di polvere da sparo lo ha travolto in pieno. Il 44enne F.G., marito della titolare di un’armeria situata in via Bovio, nel centro di San Donaci, si trova ricoverato in prognosi riservata presso il centro Grandi ustionati dell’ospedale Perrino di Brindisi, con ustioni di secondo e terzo grado alle mani, al viso e (in parte) al collo.

L’episodio si è verificato fra le ore 20,15 e le 20,30 di ieri (4 novembre). Da quanto appurato dai carabinieri della compagnia di Francavilla Fontana al comando del capitano Nicola Maggio, l’uomo, gestore di una pompa di benzina a Salice Salentino (Lecce), si trovava in un vano dell’armeria al quale possono accedere solo persone munite di patentino di armiere (la moglie di sicuro ne era in possesso).

La consorte, anche lei presente all'interno dell'armeria, ha subito chiesto l’intervento dei soccorritori attraverso il 118. Giunta sul posto nel giro di qualche minuto, un’ambulanza ha trasportato il benzinaio verso il nosocomio brindisino. I carabinieri della locale stazione al comando del maresciallo Lazzari hanno subito raggiunto il negozio per i rilievi del caso. F.G. per fortuna non corre pericolo di vita. I militari lo hanno ascoltato fino a tarda sera per ricostruire la dinamica dei fatti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vampata in armeria a causa di una sigaretta: gravi ustioni per il marito della titolare

BrindisiReport è in caricamento