Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Vandali funamboli sfondano la cupola di una scuola: paura per due operatori

Hanno messo a rischio la proprio incolumità e quella di due operatori scolastici, alcuni balordi che nella serata di oggi (11 maggio) si sono arrampicati sul tetto della scuola elementare Don Milano di via Magenta, al rione Santa Chiara, e hanno rotto uno degli oblò posti sul solaio con uno dei copertoni utilizzati per fini decorativi

BRINDISI – Hanno messo a rischio la proprio incolumità e quella di due operatori scolastici, alcuni balordi che nella serata di oggi (11 maggio) si sono arrampicati sul tetto della scuola elementare Don Milani di via Magenta, al rione Santa Chiara, e hanno rotto uno degli oblò posti sul solaio con uno dei copertoni verniciati di giallo utilizzati per fini decorativi nell’area esterna del plesso.

Gli autori di questo gesto di insensata follia, l’ennesimo ai danni di una scuola pubblica, sono entrati in azione intorno alle ore 19,30. Si presume che abbiano scavalcato il muro perimetrale  che affaccia in via San Giovanni Bosco. Poi hanno fatto i funamboli sui pilastri a forma di scivolo che sorreggono l’edificio, trascinando un copertone. Una volta sul tetto, hanno scagliato la ruota contro la cupola in plexiglass.

Con ogni probabilità pensavano che la scuola fosse vuota. “All’improvviso – raccontano i malcapitati – abbiamo sentito dei passi sul soffitto. Poi abbiamo visto piombare un copertone, uno di quelli decorati per l’arredo esterno della scuola, sul pavimento. Quando abbiamo rivolto lo sguardo verso il tetto, non c’era più nessuno”.

I collaboratori scolastici hanno subito chiesto l’intervento della polizia attraverso il 113. Sul posto si sono recate due pattuglie della sezione Volanti, seguite da un esperto della Scientifica, per i rilievi del caso. Anche la dirigente dell’istituto comprensivo Santa Chiara, Elvira D’Alo, che si trovava in un altro plesso al momento del raid, è stata informata dell’accaduto.

Le conseguenze della scorribanda potevano essere gravissime. Ma ormai non c’è neanche più da stupirsi. Le scuole di ogni ordine e grado sono totalmente in balia di incivili senza scrupoli dediti a demenziali atti di teppismo. L’episodio odierno non è il primo e non sarà l’ultimo. Perché fin quando gli istituti scolastici non verranno dotati di adeguati sistemi di sicurezza,  continueranno a essere terra di conquista per i barbari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali funamboli sfondano la cupola di una scuola: paura per due operatori

BrindisiReport è in caricamento