menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un veliero intercettato dalla Finanza (foto d'archivio)

Un veliero intercettato dalla Finanza (foto d'archivio)

Veliero carico di migranti verso il porto di Brindisi: a bordo anche bambini

Intercettato al largo della costa dalla Guardia di Finanza: ci sono 73 persone, identificati e accompagnati nel centro Cara-Cie di Restinco. Tre giorni fa soccorsa un'imbarcazione a san Gregorio di Patù con 34 migranti partiti dalla Turchia

BRINDISI - Un veliero carico di migranti è stato intercettato al largo della costa di Brindisi da un mezzo navale della Guardia di Finanza: a bordo ci sono anche bambini. In totale sono 73 persone, due donne incinte. Non è chiaro da dove sia partito e quale sia la provenienza. Non è escluso che si tratti di curdi e iracheni.

72bb9009-91ad-4790-9b80-df966a295bd1-3

Il veliero

Poche le notizie disponibili al momento. Certo è che il veliero è stato segnalato nella serata di oggi, domenica 26 agosto 2018, da uno dei mezzi del comando provinciale della Guardia si Finanza di Brindisi. Comunicazione sarebbe stata già inoltrata alla Capitaneria di porto e alle forze dell'ordine. Il protocollo previsto per casi simili sarebbe stato già attivato. L'imbarcazione  attorno alle 21,30 era all'altezza di Cerano. Intorno alle 23,30 è arrivata alla banchina di Sant'Apollinare. E' stata confermata la presenza di bambini e donne. L'identificazione è prevista presso il centro Cara-Cie di Restinco, alle porte di Brindisi.

Le operazioni di assistenza sono terminate nella notte. Stando ai primi racconti, raccolti dai volontari della Croce Rossa, i migranti hanno affrontato sei giorni di navigazione. La risposta alla domanda: "Perché lo fate?", potreste trovarla nei loro sguardi, si legge sulla pagina Facebook del Comitato di Brindisi della Crose Rossa Italiana.

Il precedente

Tre notti  fa un veliero è stato intercettato al largo di San Gregorio, nella marina di Patù, Capo di Leuca. A bordo c'erano 34 persone, il mezzo era alla deriva e i soccorsi sono stati organizzati subito dopo che dall'imbarcazione è partito un razzo di segnalazione. Erano di nazionalità iraniana e irachena, sono stati identificati e accompagnati nel centro di prima accoglienza don Tonino Bello di Otranto, nel Leccese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento