menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Sea Cloud  II alla banchina Carbonifera

La Sea Cloud II alla banchina Carbonifera

Veliero da crociera bloccato dal maestrale

BRINDISI – Il forte vento di tramontana che soffia sul capoluogo crea disagi anche alla nave da crociera Sea Cloud II, ormeggiata dalle 7di stamani nel seno di Levante. La partenza dell’imbarcazione, prevista per questo pomeriggio, è stata rinviata a domani mattina

BRINDISI - Il forte vento di tramontana che soffia sul capoluogo crea disagi anche alla nave da crociera Sea Cloud II, ormeggiata dalle 7di stamani nel seno di Levante. La partenza dell'imbarcazione, prevista per questo pomeriggio, è stata rinviata a venerdì mattina, quando le condizioni meteorologiche dovrebbero registrare un netto miglioramento.

Numerosi brindisini si sono fermati a ridosso del varco d'accesso dell'Autorità portuale, per ammirare e fotografare i tre alberi (quello di maestra è alto 58 metri) che si stagliano sullo scafo del veliero, capace di trasportare non più di 94 passeggeri e 66 persone dell'equipaggio. La nave aveva già fatto tappa a Brindisi nell'agosto del 2012. L'ormeggio odierno, curato dall'agenzia marittima Zaccaria, resterà l'unico del 2013.

La Sea Cloud II non è alla portata di tutti. Basti pensare che otto giorni di navigazione a bordo di questo yacht extra-lusso, nella sistemazione più economica, costano circa 3000-3500 euro a testa. Nei ponti inferiori del clipper varato nel 2001 in un cantiere spagnolo per una società di Amburgo, copia esatta della Sea Cloud che fa parte della stessa flotta, ma che è stata costruita nel 1931 come yacht di lusso per una miliardaria americana, ci sono cabine da sogno e una cucina raffinata.

Per non parlare, poi, delle vele bianche issate sugli alberi, degli ottoni tirati a lucido, dei pianoforti e delle cene a lume di candela. Lungo 117 metri per 16 metri di larghezza, con un pescaggio di 5,70 metri, il veliero viaggia a una velocità di crociera di 10 nodi. La navigazione può effettuarsi sia a motore che solo con la forza del vento. Ma oggi ce n'era fin troppo perché la nave potesse mollare gli ormeggi e garantire il comfort necessario agli ospiti.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento