Vendola chiede incontro a Orsi

BARI – La vicenda del tentativo di fare saltare la riconferma alla presidenza della società Distretto Tecnologico Aerospaziale Scarl, braccio operativo del Distretto Aerospaziale Pugliese, di Giuseppe Acierno, attuata dai rappresentati nell’assemblea dei soci di due società primarie di Finmeccanica, Alenia Aeronautica e AgustaWestland, assieme a quelli di Enea e Consorzio Cetma, è probabilmente una delle ragioni che hanno indotto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, a chiedere oggi un incontro urgente con l’amministratore delegato di Finmeccanica, Giuseppe Orsi.

Nichi Vendola

BARI – La vicenda del tentativo di fare saltare la riconferma alla presidenza della società Distretto Tecnologico Aerospaziale Scarl, braccio operativo del Distretto Aerospaziale Pugliese, di Giuseppe Acierno, attuata dai rappresentati nell’assemblea dei soci di due società primarie di Finmeccanica, Alenia Aeronautica e AgustaWestland, assieme a quelli di Enea e Consorzio Cetma, è probabilmente una delle ragioni che hanno indotto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, a chiedere oggi un incontro urgente con l’amministratore delegato di Finmeccanica, Giuseppe Orsi.

Lo fa sapere una brevissima nota dell’ufficio stampa della presidenza della giunta regionale: “Il presidente Vendola ha chiesto oggi, con una lettera, un incontro urgente al presidente e amministratore delegato di Finmeccanica, ing. Giuseppe Orsi, sulle prospettive del settore aeronautico in Puglia”. Orsi era stato citato in un articolo del “Corriere del Mezzogiorno” che per primo ha parlato della vicenda, come possibile collegamento tra una richiesta politica di intervento partita da Brindisi, di cui si sarebbero fatti latori poi settori dell’UdC vicini al presidente della Provincia brindisina, Massimo Ferrarese.

Secondo fonti ufficiose, invece, sembra che l’ad di Finmeccanica non fosse stato informato del progetto di sostituire Acierno con l’attuale direttore del Cetma, l’ingegnere Luigi Barone, in opposizione alla candidatura avanzata dal rettore di Unisalento, Domenico Laforgia, a nome delle università rappresentate nel Dta, ma anche di un altri partner industriali e di ricerca, come il Cnr, che alla fine alla prova del voto in assemblea dei soci si sono rivelati larga maggioranza (erano assenti solo due delle aziende rappresentate).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tentativo sventato, riconferma di Acierno, ma fortissima irritazione non solo del rettore Domenico Laforgia ma anche del governatore Nichi Vendola che avrebbe subito esternato il proprio sconcerto ai vertici di Finmeccanica, che ha respinto ogni pressione esterna sulla governance strategica  da parte della Regione Puglia nelle scelte che riguardano il settore aerospaziale, in cui negli ultimi ha investito 200 milioni di euro. L’occasione di un incontro Vendola - Orsi sarà utile anche per approfondire gli impegni di Regione e Finmeccanica in Puglia a proposito di aerospazio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Sub disperso in mare: ritrovato il corpo privo di vita

  • Muore soffocato da un pezzo di focaccia

  • "Dacci 50mila euro o ti bruciamo gli ulivi": ma l'imprenditore sporge denuncia

  • Bimbo di 10 anni si accascia in strada: un vigilante gli salva la vita

  • Subito in commercio lo strumento brevettato da un odontoiatra di Francavilla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento