rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Veronica in un centro di riabilitazione

PISA – Anche Veronica Capodieci è stata dimessa dall'ospedale. La studentessa 15enne mesagnese rimasta ferita gravemente nell'esplosione della bomba davanti l'Ipsss Francesca Morvillo Falcone di Brindisi il 19 maggio scorso, ieri finalmente è uscita dal nosocomio pisano ma per continuare la sua riabilitazione in un centro specializzato sempre in Toscana.

PISA - Anche Veronica Capodieci è stata dimessa dall'ospedale. La studentessa 15enne mesagnese rimasta ferita gravemente nell'esplosione della bomba davanti l'Ipsss Francesca Morvillo Falcone di Brindisi il 19 maggio scorso, ieri finalmente è uscita dal nosocomio pisano ma per continuare la sua riabilitazione in un centro specializzato sempre in Toscana.

Veronica Capodieci era l'ultima delle ragazze ferite ancora in ospedale. Era ricoverata presso l'ospedale universitario pisano di Cisanello, dopo quel maledetto attentato dove è rimasta ustionata ed ha riportato gravi ferite a torace e addome. Ieri i medici dell'ospedale pisano hanno ritenuto che le condizioni mediche della ragazza fossero abbastanza migliorate tanto da poter essere dimessa.

Veronica Capodieci però non farà ancora ritorno a Mesagne insieme a mamma e papà, la sorella maggiore Vanessa - anche lei coinvolta nell'esplosione dell'ordigno fatto brillare da Giovanni Vantaggiato, il reo confesso imprenditore di carburanti di Copertino, nel Leccese - e il fratellino che sono lì con lei da pochi giorni dopo il suo trasferimento dalla Puglia. Da venerdì la 15enne è stata trasferita presso il centro di riabilitazione di Terme di Casciara, sempre in provincia di Pisa, dove ancora per qualche settimana sarà ricoverata per un accurata degenza riabilitativa per gli arti inferiori e superiori e sottoposta a cure fisioterapiche.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veronica in un centro di riabilitazione

BrindisiReport è in caricamento