menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La zona dei binari della ex stazione marittima di via del Mare

La zona dei binari della ex stazione marittima di via del Mare

Via del Mare: ok alla variante, si parte

BRINDISI – Il parcheggio della Multiservizi non verrà chiuso neanche un giorno. Subirà solo una momentanea riduzione dei posti auto. Questo è quanto emerso dalla riunione della conferenza dei servizi sui lavori di riqualificazione di via del Mare.

BRINDISI - Il parcheggio della Multiservizi non verrà chiuso neanche un giorno. Subirà solo una momentanea riduzione dei posti auto. Questo è quanto emerso dalla riunione della conferenza dei servizi sui lavori di riqualificazione di via del Mare, svoltasi stamani presso Palazzo Nervegna. Il progetto ha ricevuto il via libera da parte di tutti gli enti presenti all'incontro (Autorità Portuale, Capitaneria di Porto, Arpa, Sovrintendenza ai Beni culturali di Lecce, Comune), con contestuale approvazione di alcune modifiche, la più consistente delle quali riguarda la recinzione di 700 metri che delimiterà l'area comunale da quella di competenza dell'Authority.

Il progetto originario prevedeva una barriera di vetro alta 3,30 metri, che avrebbe però comportato eccessivi costi di manutenzione. Per questo, la conferenza dei servizi ha optato per una rete metallica alta circa 3 metri che si estenderà lungo tutta via del Mare (dall'intersezione con via porta Lecce a quella con corso Garibaldi). E' stato scongiurato, come detto, anche il rischio di chiusura del parcheggio gestito dalla municipalizzata Multiservizi.

Grazie alla frammentazione dei lavori in vari lotti, infatti, la struttura resterà sempre in funzione, pur con una temporanea decurtazione di circa 30 stalli. Queste e altre piccole variazioni tecniche apportate al progetto sono state condivise in pieno dagli uffici Urbanistica, diretto dall'architetto Fabio Lacinio, e Lavori pubblici, guidato dall'ingegnere Piero Cafaro, del Comune di Brindisi. Già a partire da domani, quindi, la ditta appaltatrice, la Aae Scarl di Galatone (anch'essa presente alla conferenza dei servizi con il suo titolare, Aldo De Giorgi) potrà allestire il cantiere.

Si comincerà dal tratto di via del Mare situato a ridosso dell'intersezione con via Porta Lecce, per poi procedere verso piazzetta Vittorio Emanuele. Una serie di interventi preliminari (su tutti la bonifica dei suoli che ricadono nel sedime ferroviario compreso fra i terreni comunali e quelli dell'Autorità portuale) erano già in corso da dicembre. Grazie al nulla osta da parte della conferenza dei servizi, però, si potrà entrare nel vivo. E al termine dei lavori, non ci sarà più traccia del muretto che separa la sede stradale dai binari dismessi.

Non verrà toccato, invece, il muraglione d'epoca fascista che delimita il lato opposto della carreggiata. Al più, verranno rimessi a nuovo i terreni sui quali, fino a una ventina di anni fa, sorgevano i ruderi del vecchio carcere di via Mattonelle. Tutto questo costerà circa 2 milioni di euro. Entro il dicembre del 2014, i cantieri dovranno essere consegnati. (Fotoservizio Gianni Di Campi)

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento