rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Via Vespucci, lo storico paninaro richiede il pontone galleggiante

La società Kooky srl scrive per la seconda volta all’Autorità portuale: concessione di 75 metri quadri

BRINDISI – Dopo aver chiuso il capitolo della paninoteca su quattro ruote in via Vespucci e dopo essere stato escluso dall’assegnazione dei chioschi in legno, l’ormai ex paninaro storico del lungomare riprova con il progetto del pontone galleggiante. E per la seconda volta si rivolge all’Autorità portuale per chiedere la concessione dello specchio acqueo che si trova proprio di fronte alla banchina.

L’istanza porta la firma dell’amministratore unico della società Koooky srl, sede a Brindisi, in via Solferino, quartiere Santa Chiara. E’ stata protocollata lo scorso 18 settembre, sei mesi dopo la prima che, a quanto pare, non avrebbe avuto risposta positiva se c’è il tentativo numero due. La richiesta è la seguente: “concessione di 75 metri” per realizzare un “pontone galleggiante delle dimensioni di 15 metri per cinque”, da “attrezzare con tavolini e sedie”.

A cambiare, a quanto si apprende, è il posizionamento del pontone in modo tale da non creare alcuna difficoltà alla Marina Militare, di casa esattamente di fronte, con conseguente riduzione dello spazio da occupare. Se inizialmente la srl di Brindisi sperava di ottenere “250 metri quadrati”, adesso le dimensioni sono state notevolmente ridotte.

Il progetto così rivisto e corretto sarà fattibile? O meglio, incontrerà il parere favorevole dell’Authority? Le valutazioni spettano ai tecnici dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale, “ai sensi – si legge – del regolamento di esecuzione del Codice della Navigazione”. Intanto, così come previsto dalle disposizioni di legge, l’Ente ne ha dato comunicazione , trasmettendo l’avviso legato al deposito del progetto della società, al Comune di Brindisi: a Palazzo di città, nell’albo pretorio, resterà pubblicato per 30 giorni, in modo tale che “tutti coloro i quali abbiano interesse a presentare eventuali osservazioni oppure opposizioni o ancora domande concorrenti”, possano farlo. Il termine ultimo, quindi, per contestare o presentare pontoni galleggianti alternativi è il 22 ottobre prossimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Vespucci, lo storico paninaro richiede il pontone galleggiante

BrindisiReport è in caricamento